Gran Fondo Nardello, si punta a quota 600 iscritti

Presentata la pedalata del Lago Maggiore che si correrà il 3 giugno. Percorso invariato rispetto al 2006; la gara varrà per il campionato italiano Udace e la Coppa Lombardia

Scaldatevi le gambe e provate il percorso: tra venti giorni è tempo di Gran Fondo. Torna infatti la corsa organizzata dalla S. C. Cicli Ballardin e dedicata a Daniele Nardello, il campione di Arcisate che vanta nel proprio palmares una maglia di campione italiano (2001) e ben 29 successi tra i professionisti.
È toccato quindi proprio a Nardello (foto), in procinto di partire per la Francia con la sua nuova squadra (Lpr) dove disputerà due brevi corse a tappe, presentare i due percorsi per la Gran e la Medio Fondo sui quali si gareggerà il prossimo 3 giugno.

«Sono contento di essere stato scelto anche quest’anno per rappresentare una manifestazione che si disputerà su un percorso bello e impegnativo. In particolare credo che la Medio fondo (118 km ndr) sia accessibile a tutti i cicloamatori e avrà i suoi punti cruciali già all’inizio con la Grantola e l’Alpe Tedesco. La Gran fondo invece è più impegnativa sia per i suoi 155 chilometri sia per la salita dei Sette Termini che è davvero difficile». Da Nardello arriva poi una promessa: «Quest’anno correrò anche io, dopo che nel 2006 avevo dovuto rinunciare a causa di una convocazione per una corsa all’estero. A breve avrò la conferma anche di altri professionisti: dovrebbero esserci Santaromita, Paolini, i miei compagni della Lpr e forse anche Oscar Freire, il tre volte campione del mondo».

La gara sarà anche stavolta valida per il campionato italiano di gran fondo e medio fondo Udace, con una novità in più: l’ingresso nel circuito della Coppa Lombardia, come ha spiegato Roberto Ballardin: «Da parte nostra c’è stato uno sforzo ulteriore per richiamare atleti aderenti a questo trofeo, che vanta circa 270 tesserati. L’obiettivo è quello di crescere ancora: dopo i 470 ciclisti dell’anno scorso puntiamo a quota 600». Per gestire un numero simile di atleti la direzione ha lavorato sul piano della sicurezza stradale. «Abbiamo dedicato una cura particolare a questo aspetto – ha ribadito Luciano Ballarin – in modo che tutto fili liscio e gli atleti possano regalare spettacolo sulle strade». Saranno circa 280 i volontari che vigileranno alla sicurezza, tra quelle fornite dalle società ciclistiche della zona e gli uomini della Protezione civile, cui va aggiunta la quarantina di persone che compongono lo staff, tra motociclisti e autisti.

Il percorso come detto sarà articolato su due tracciati, entrambi con partenza a Luino e arrivo a Germignaga, che ricalcheranno in modo fedele l’edizione 2007. «Purtroppo non sempre gli enti locali capiscono l’importanza di manifestazioni simili – puntualizza il promoter Domenico Cuda – anche se i Comuni di partenza e arrivo ci hanno dato una bella mano. Per fortuna ci sono sponsor, come Mapei, che oltre a sostenere lo sport di élite si ricordano e aiutano le gare di questo tipo».
E a dare la benedizione finale alla Gran Fondo è stato Renzo Oldani, presidente della "Binda" e personalità di spicco di Varese 2008. «Chi si prende l’onere di organizzare gare ciclistiche fa un grosso sforzo e merita rispetto e un premio per quanto fatto. Anche per questo Varese 2008 vuole essere vicino alla Cicli Ballardin, fornendo il suo motorhome e il proprio logo. Un marchio per stare vicino a chi ama il ciclismo».

Gran Fondo Lago Maggiore – "Daniele Nardello"
Domenica 3 giugno 2007
Luino-Germignaga (118 e 155 km)
Iscrizioni: fino al 23 maggio (24 euro); dal 23/5 al 3/6 (30 euro)
Sito:
www.gflagomaggiore.it

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.