Scuola delle mamme promossa a pieni voti

Mercoledì 30 maggio alle Ponti la preside Carmela Locatelli consegnerà i diplomi alle 82 mamme straniere che hanno partecipato a “La scuola delle mamme”. Grande successo del progetto provinciale

La scuola delle mamme”? E’ stata un successo, lo affermano molto soddisfatte le 82 mamme straniere che hanno partecipato a questo progetto provinciale, le docenti, i dirigenti scolastici e le referenti intercultura di tutte le scuole gallaratesi coinvolte. Proprio mercoledì 30 maggio, alle 10, queste “alunne” speciali saranno premiate con un attestato di frequenza e una piccola festa dedicata a loro presso le scuole medie Ponti. La dirigente scolastica Carmela Locatelli distribuirà i diplomi davanti alle autorità provinciali e locali. Oltre ai docenti e ai dirigenti scolastici, infatti, saranno presenti all’evento anche Rossella Dimaggio, referente intercultura del C.s.a. di Varese, l’assessore alla pubblica istruzione di Gallarate, Luca Carabelli, la dottoressa Solinas e Giuditta Affri del comune di Gallarate e Valentina Ameta della cooperativa “Sociale Mediazione e integrazione” onlus, ideatrice del progetto. Provenienti dalla Grecia, dal Marocco, dalla Cina, dal Bangladesh e dal Pakistan, molte mamme degli alunni stranieri delle scuole di Gallarate hanno partecipato con entusiasmo a questa “scuola” solo per loro. Da ottobre ad aprile l’iniziativa, proposta dalla cooperativa sociale “Mediazione Integrazione” e dalla Rete Intercultura Gallaratese, ha coinvolto i 3 circoli didattici di Gallarate, (Moriggia, Ronchi, Cascinetta, Madonna in Campagna, Arnate, Centro, Sciarè, Cedrate, Cajello e Crenna), le scuole medie Majno-Gerolamo, il centro Eda delle scuole medie Ponti e Cassano Magnago Dante. L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo e anche un po’ di positivo stupore, come raccontano alcune mamme greche, mogli di piloti militari: «Abbiamo viaggiato molto seguendo i nostri mariti, ma è la prima volta che abbiamo trovato in un paese questo servizio, davvero molto utile per noi. Speriamo continui!». L’esperienza è stata organizzata in due momenti: una prima parte ha visto l’alfabetizzazione delle donne, portata avanti dalle mediatrici culturali nelle scuole primarie del Centro, di Cascinetta e di Sciarè; una seconda parte, invece, ha visto un calendario di incontri con esperti su temi molto concreti: puericultura, igiene, alimentazione, aspetti sanitari e rapporti con l’amministrazione scolastica. Le mamme hanno partecipato con forte interesse a questi incontri interculturali, che hanno dato consigli pratici e utili. «Venivano anche con i bambini, pur di riuscire a frequentare, e alcune docenti volontarie hanno curato i bimbi mentre le mamme erano a “scuola”- spiega l’insegnante Matilde Leone del centro Eda – Dobbiamo un grosso ringraziamento anche a tutti gli specialisti, che hanno parlato in modo semplice e chiaro, proprio per venire incontro al pubblico. La presenza delle mediatrici inoltre ha aiutato notevolmente» continua Matilde Leone. Insomma, un’esperienza positiva, assolutamente da rifare, secondo i genitori, gli insegnanti,le referenti intercultura e le dirigenti scolastiche. L’intenzione, infatti, è proprio quella di continuare anche l’anno prossimo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.