Giovanni Borghi, un “campione” per i più piccoli

É stato presentato ai bambini il documentario di Vito Romaniello in ricordo dell'imprenditore. «Un modo per raccontare la sua vita ma anche per trasmettere i suoi valori»

«Giovanni Borghi è stato un grande imprenditore e un grande uomo. La città ha il dovere di ricordarlo e questo incontro vuole essere un modo per raccontare la sua vita ma anche per trasmettere i suoi valori ai più piccoli». Con queste parole il sindaco Attilio Fontana ha introdotto l’incontro dedicato all’imprenditore varesino che si è tenuto questa mattina, lunedì 20 dicembre. Alla Sala Montanari erano presenti alcuni alunni delle scuole varesine ma anche i figli dell’imprenditore e tanti personaggi che hanno avuto la possibilità di conoscere Giovanni Borghi.
Nel centenario della sua nascita la città non dimentica il grande imprenditore e racconta tramite immagini e parole la figura di un uomo che ha dato tanto alla sua azienda ma anche allo sport nostrano. Giovanni Borghi infatti, oltre ad essere l’uomo che portò i fornelli a gas e i frigoriferi nelle case degli italiani, era un grande amante dello sport e investì grandi risorse nella Pallacanestro Varese, nel calcio, nel ciclismo, nel pugilato e non solo, discipline che insieme a lui raggiunsero risultati di livello nazionale e internazionale. Di lui però, viene ricordato soprattutto l’aspetto umano.
«Fare, per costruire sempre qualcosa di buono, gradino dopo gradino. Mi diceva questo mio padre», racconta Guido Borghi davanti a un pubblico di giovanissimi. «In ogni generazione ci sono dei giganti, Giovanni Borghi era uno di questi» – ha continuato Bracken Darrell, presidente di Whirlpool Emea – «Ha lasciato molto a questa provincia e i suoi valori sono da prendere come esempio anche per le generazioni future». Proprio per questo i più piccoli sono stati i primi spettatori del documentario che il giornalista Vito Romaniello ha dedicato al patron della Ignis. Si intitola "Il campione" e racconta la vita dell’imprenditore tramite le testimonianze di chi lo ha conosciuto. Un uomo «da prendere ad esempio», come dicono in tanti, che ha sicuramente conquistato gli alunni delle cinque scuole varesine invitate all’evento, quelle che si trovano nei pressi di palazzetto e stadio, luoghi significativi nella vita di Borghi. I piccoli infatti, hanno dedicato poesie e disegni a Giovanni Borghi lasciando messaggio d’affetto alla sua memoria e hanno ricevuto una targa di ricordo. Una mattinata di grandi emozioni che ha visto anche la partecipazione dei campioni del basket Aldo Ossola, Rusconi e Vittori e dei calciatori Cicci Ossola, Anastasi, Andena, Ambrogio Borghi, Maroso, oltre Gianni Spartà, autore del libro “Mister Ignis”, il prefetto Simonetta Vaccari, il questore Marcello Cardona, l’assessore alla politiche politiche educative del Comune di Varese Patrizia Tomassini, Memo Remigi e tanti altri amici del "campione".

Galleria fotografica

"Il Campione Giovanni Borghi" 4 di 10
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Dicembre 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

"Il Campione Giovanni Borghi" 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.