Derby fatale, la William dice addio ai playoff

La sfida tra le due varesine si chiude sul 3-1 per la Wiskey, sconfitta anche Sumirago. Saronno si impone a fatica sul campo di Voghera

Si chiude nel modo più amaro la rincorsa della William Varese ai playoff di serie C: la sconfitta per 1-3 nel derby con la Wiskey mette di fatto fine ai sogni della squadra di Rossi, che dovrebbe sperare in un miracolo per superare Concorezzo. La Wiskey non aveva più nulla da chiedere al campionato, ma l’aria della stracittadina e il desiderio di vendetta (all’andata era finita con lo stesso risultato a parti invertite) hanno cambiato la storia del campionato. Alla William resta la Coppa Lombardia: martedì a Bedizzole la semifinale d’andata. Intanto, in B2, Saronno perde colpi nella rincorsa al quarto psoto, imponendosi solo al tie break sul campo del fanalino di coda Voghera.
 

monti pallavolo saronnoB2 MASCHILE – Saronno fatica più del previsto sul campo del fanalino di coda Voghera e si porta a casa solo due punti, che non bastano per difendere il quarto posto dagli attacchi di Mondovì e Alba. Le difficoltà degli ospiti sono evidenti già dall’avvio: subito 8-4 per l’Adolescere, che domina il primo set portandosi avanti 16-13 e poi piazzando un ulteriore break per il 23-17. Il set si chiude su un errore di ricezione di De Finis. Anche nel secondo set Saronno rischia grosso: dopo l’equilibrio iniziale (7-8, 9-9), Voghera riesce a staccarsi sul 20-17 grazie a un fallo di accompagnata fischiato a Bertini e al successivo “giallo” sventolato al palleggiatore per proteste. Per fortuna Bagatin in attacco e Buratti a muro ristabiliscono la parità a quota 21, e sul 23-23 ancora Bagatin e Gerbella decidono il set a favore degli ospiti. Nel terzo parziale i biancoblu, con Crescini in campo, partono meglio: 6-8, 13-16. Ma sul più bello, con cinque set point a disposizione, qualcosa si inceppa e una serie di errori consentono a Voghera di rientrare sul 24-24. Il punto a punto finale premia proprio i padroni di casa. Gervasoni si affida alla coppia Crescini-Scotti, lasciando fuori l’acciaccato Rossi, ed è premiato in avvio di quarto set: 1-5 con ace di Scotti, poi 5-8. Ma Voghera non molla e rientra sul 10-10, mantenendo la parità fino al 16-16; a questo punto arriva l’allungo decisivo di Saronno che chiude 20-25. Novità nel tie break: per puntellare la ricezione il tecnico ospite inserisce al posto di De Finis il giovane Monti (nella foto), al suo esordio in campionato. La mossa funziona e Saronno si porta avanti 2-6 con Scotti, poi 6-10 con Buratti, per andare a chiudere grazie a un attacco vincente di Bagatin.
«Non pensavo che il coach mi facesse entrare – commenta Massimo Monti – ma sono riuscito a dominare l’emozione. Forse abbiamo affrontato questa gara con un po’ di leggerezza, soffrendo in particolare in ricezione e difesa, ma per fortuna abbiamo saputo reagire in tempo».
 
Adolescere Voghera-Pallavolo Saronno 2-3 (25-17, 23-25, 27-25, 20-25, 11-15)
SARONNO: Bertini 5, Bagatin 18, Gerbella 13, Buratti 12, Scotti 9, Rossi 2, De Finis (L), Crescini 6, Monti (L2). N.e. Bozza, Giudici, Pizzolon. All. Gervasoni.
 
 
C MASCHILE – La vendetta è un piatto che va servito freddo, e la Wiskey ha saputo aspettare quasi quattro mesi prima di prendersi una rivincita che fa davvero male. Il derby d’andata si era chiuso sul 3-1 per la William, tra mille polemiche per presunti errori arbitrali e baruffe in campo e in tribuna; al ritorno sono invece Ballerio e compagni a imporsi per 1-3 in casa dei “cugini” (24-26, 27-29, 25-22, 18-25), ma il risultato stavolta è molto più pesante perché esclude di fatto la William dalla corsa ai playoff. Anche ammesso che i varesini riescano a vincere le prossime due partite contro Bergamo e Agliatese, infatti, all’ultima giornata la squadra di Rossi sarà ferma per il turno di riposo, e a quel punto sarà Concorezzo ad avere il match point giocando contro la già retrocessa Marcignago. Il derby, comunque, non delude certo le attese a livello di spettacolo: i primi due set si concludono solo ai vantaggi, nel terzo, ancora combattutissimo, la spunta la William al fotofinish. Il quarto set, però, è dominato dall’inizio alla fine dalla Wiskey: “Quando siamo al completo siamo più forti – commenta il presidente Andrea Boni – e in questo momento la squadra sta dimostrando di essere in palla. È stata una stagione non fortunata, gli infortuni e i problemi fisici ci hanno penalizzato, ma questo finale ci rincuora”. Grazie alla vittoria la Wiskey risale al sesto posto in classifica, scavalcando la Viar Valvole Sumirago sconfitta per 1-3 (25-23, 15-25, 11-25, 24-26) anche a Bovisio Masciago: evidente il calo motivazionale della formazione di Capitanio dopo la fine della rincorsa ai playoff.
Nel prossimo turno, sabato 16 aprile, in programma Bergamo-William, Wiskey-Carnate e Sumirago-Grassobbio, ma prima ancora c’è tempo per la Coppa Lombardia: martedì 12 aprile alle 21.15 la William è di scena nel bresciano per l’andata della semifinale contro Bedizzole.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Aprile 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore