Pro Patria – Alessandria, una gara speciale

Domenica 13 gennaio i tigrotti ospiteranno i grigi alle 14,30 in uno "Speroni" senza pubblico contro l'ex allenatore Cusatis. Firicano deve fare a meno di Bonfanti, Polverini e Calzi

Domenica 13 gennaio la Pro Patria scenderà in campo allo “Speroni” contro l’Alessandria. Per molti versi non potrà essere una giornata normale di campionato quella che metterà di fronte i tigrotti ai grigi piemontesi (fischio d’inizio alle 14,30).
 
PORTE CHIUSE – La gara verrà giocata senza pubblico dopo la decisione della Lega di squalificare il campo di via Ca’ Bianca per gli avvenimenti accaduti nell’amichevole contro il Milan, sospesa per incitazioni razziste ai danni di alcuni rossoneri. Una decisione che fa discutere e che ha creato un precedente, quanto meno in Lega Pro. I tifosi della Pro Patria hanno però già fatto sapere che, seppur da fuori, saranno a supporto della squadra appostandosi nei pressi dello stadio di via Ca’ Bianca.
 
TRE BIANCOBLU SQUALIFICATI – Mister Aldo Firicano, oltre ad uno stadio senza spettatori, dovrà fare a meno di tre pedine importanti del proprio scacchiere: Bonfanti, Polverini e Calzi. Nel collaudato 4-3-1-2 in porta ci sarà Sala; nella linea arretrata Andreoni giocherà al posto di Bonfanti sulla destra, Pantano sarà a sinistra, mentre in mezzo Nossa giocherà al fianco di Botturi che dovrebbe sostituire Polverini. A centrocampo Vignali, che rientra dal turno di stop inflitto dal giudice sportivo, agirà da mediano con Bruccini e Viviani a sostenere la sua opera. In attacco Giannone agirà alle spalle di Serafini e Cozzolino in una formazione ormai collaudata e generalmente molto prolifica.
 
FIRICANO: «CONCENTRAZIONE MASSIMA» – Il tecnico della Pro Patria, Aldo Firicano (foto a lato) vuole tenere alta la guardia dei suoi giocatori, sottolineando l’importanza dell’impegno: «Mi aspetto una partita difficile, contro una squadra forte; io la considero ancora una delle favorite per la vittoria finale. Tra l’altro è una formazione che in trasferta gioca molto bene, forse meglio che in casa, e questo ci deve rendere ancora più concentrati sulla gara».
Firicano spiega poi quale sarà l’impatto di una gara a porte chiuse: «Sinceramente mi è capitato da calciatore, mai da allenatore. Allo "Speroni" ci sarà un’atmosfera strana, ovattata, e molti nostri ragazzi all’inizio sentiranno la differenza. Per questo dovremo iniziare la partita con la giusta mentalità fin dai primi minuti di gioco».
 
CUSATIS TORNA A BUSTO – Sulla panchina dell’Alessandria siede invece Giovanni Cusatis, ex tanto atteso a Busto Arsizio dopo la splendida campagna della passata stagione, conclusa sul campo con un bottino di ben 71 punti poi "potati" dalle cesoie della giustizia sportiva. Il club piemontese però non se la passa bene: pur con la squadra in piena zona playoff, la situazione societaria non è limpida e il futuro della storica casacca grigia sembra essere ancora una volta in bilico. Anche per questo in riva al Tanaro è stato proclamato il silenzio stampa che toglie la possibilità di sentire l’opinione del tecnico ex di turno. Nel probabile undici di Cusatis dovrebbero comunque scendere in campo altri due ex, Giacomo Gambaretti e Luca Mora, mentre Mirko Barbagli sarà fuori per squalifica.
 
Pro Patria – Alessandria (probabili formazioni):
Pro Patria (4-3-1-2): Sala; Andreoni, Nossa, Botturi, Pantano; Bruccini, Vignali, Viviani; Giannone; Serafini, Cozzolino. All.: Firicano
Alessandria (4-3-1-2): Pavanello; Gambaretti, Mazzuoli, Cammaroto, Boron; Menassi, Roselli, Mora; Filiciotto; Fanucchi, Rossi. All.: Cusatis.
Arbitro: sig. Illuzzi di Molfetta (Galetto e Rossini).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.