Soppressioni e ritardi sulla Varese-Milano

“Il treno in retromarcia delle 18 sbatte contro la banchina e viene soppresso”. Anche questa sera i pendolari hanno documentato alcuni ritardi avvenuti sulla linea ferroviaria

Il treno in retromarcia delle 18 sbatte contro la banchina e viene soppresso”. Anche questa sera i pendolari hanno documentato alcuni ritardi avvenuti sulla linea ferroviaria Milano – Varese su Twitter, tra i quali anche quelli determinati dal treno soppresso in stazione a Cadorna che è “andato a sbattere sulla banchina”. In realtà Trenord spiega che si è trattato di quella che si chiama “operazione di manovra”, una piccola retromarcia che si fa quando il treno non parte per avere più spazio di manovra. Sta di fatto che il treno, evidentemente già guasto, ha preso un colpo sulla banchina che è stato percepito dai passeggeri come racconta una nostra lettrice che ha vissuto quel momento. La corsa poi è stata soppressa e i pendolari dirottati su un altro binario.
I ritardi hanno interessato poi anche la corsa delle 20.13 in partenza da Varese che ha accumulato 20 minuti di ritardo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.