La Svizzera condanna l’esperimento nucleare della Corea del Nord

La presa di posizione del Dipartimento federale degli affari esteri elvetico: "Un pericolo per la pace e la sicurezza"

La Svizzera condanna il nuovo esperimento nucleare che la Repubblica popolare democratica di Corea (RPDC) ha annunciato di aver effettuato il 12 febbraio 2013. Questo esperimento, spiega la Confederazione con una nota, "viola le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, rappresenta un pericolo per la pace e la sicurezza della regione e si oppone agli sforzi della comunità internazionale in materia di non proliferazione delle armi nucleari, in particolare quelli intrapresi nell’ambito dell’attuazione del Trattato sul divieto degli esperimenti nucleari. Mediante le risoluzioni 1718 (ottobre 2006), 1874 (giugno 2009) e 2087 (22 gennaio 2013), il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite esige che la RPDC abbandoni ogni programma balistico e nucleare in modo verificabile e irreversibile. La Svizzera condanna quindi questo nuovo esperimento nucleare, come aveva già fatto al momento dei due precedenti test effettuati dalla RPDC. La Svizzera è convinta che una soluzione alla problematica nucleare e di sicurezza nella penisola coreana possa essere trovata solo nell’ambito di un processo negoziato e diplomatico. In tale ottica ribadisce il suo sostegno al processo del Negoziato dei Sei. È inoltre disposta a contribuire agli sforzi di promozione della stabilità e della pace nella penisola coreana. La Svizzera opera attivamente a favore della non proliferazione e dell’eliminazione totale delle armi nucleari, la cui utilizzazione avrebbe conseguenze umanitarie catastrofiche. In varie occasioni ha esortato la Repubblica popolare democratica di Corea a riconoscere di nuovo il Trattato sulla non proliferazione delle armi nucleari (TNP), da cui si era ritirata nel 2003, e a rinnovare il suo accordo di garanzia con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA)".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore