Il questore: “McDonald’s? L’apertura durante le partite è pericolosa”

L'ordinanza del comune contestata dall'azienda e il ricorso al tar. Ma la polizia ha bisogno di quell'area per dividere gli ultras delle due curve

Griglie spente al McDonald’s di Masnago durante le partite casalinghe del Varese. Il ristorante appena inaugurato si trova proprio di fronte all’ingresso dei distinti dello stadio Franco Ossola. Il sabato, durante la partita casalinga, quel tratto di via Bolchini è chiuso perché costituisce la barriera presidiata dalla polizia e dai carabinieri, che deve impedire l’entrata in contatto dei tifosi ospiti con quelli ospitanti. Nessuno deve transitare in auto, e nessuno deve stare fermo in quel punto. Alla gente viene solo concesso di passare a piedi, ma a patto che non siano tifosi organizzati. Per la gestione dell’ordine pubblico è pericoloso entrare in auto nel ristorante della multinazionale americana, ma anche stazionarvi. Per questo la polizia locale ha emesso un’ordinanza che impone la chiusura, in concomitanza con la partita. L’azienda però si è rivolta al tar, chiedendo l’annullamento dell’ordinanza. Il comune ha agito dopo avere recepito il parere della questura.

COMUNE E QUESTURA
Dopo le proteste dell’azienda, il sindaco Attilio Fontana si è recato negli uffici della polizia, alcuni giorni fa, per discutere nuovamente della situazione: «Se questo provvedimento è stato preso, un motivo 

c’è – osserva il capo della polizia di Varese Francesco Messina (foto) – la tutela dell’ordine pubblico è una competenza del questore e quel tratto di strada è in una posizione mediana tra le due curve dello stadio. Non si può non presidiarla con la massima attenzione. Noi dobbiamo, necessariamente, tenere le tifoserie separate. Afflusso e deflusso sono le due fasi più importanti per l’ordine pubblico, e quella zona va tenuta sotto controllo. Tuttavia – segnala il questore – già il mio predecessore aveva segnalato alla problematica per tempo, e spiegato al comune che in quel punto va creata un’area di interdizione. Rispettiamo il lavoro del tar, vedremo le decisioni e quale esigenza considererà prevalente, il tutto con la massima attenzione e volontà collaborativa». 

A MASNAGO
Il tema della chiusura del quartiere di Masnago durante i match casalinghi della squadra biancorossa è tuttavia molto sentito. McDonald’s è stato aperto ad agosto ma ci sono negozi ed attività economiche storici che hanno segnalato problematiche, così come i privati cittadini. Che fare? Poco, la questura ha degli standard di sicurezza da rispettare, e gli ultimi episodi di violenze confermano che può bastare un niente – uno sguardo o una parola in più, in questi ambiti – per creare una rissa. «Fino a quando non si passa a un livello di civiltà diversa negli eventi sportivi, la situazione è questa» chiosa il questore.
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.