Carabinieri arrestano latitante ricercato dall’Interpol

Il quarantenne è ritenuto un appartenente di spicco di un’organizzazione criminale che fino al 2013 ha gestito il traffico di stupefacenti tra la Turchia e l’Italia. Ora verrà estradato

A tradirlo forse è stata la lussuosa auto sulla quale viaggiva. I carabinieri di Busto Arsizio erano impegnati in un servizio di controllo quando, nella serata di ieri, venerdì 16 marzo, hanno visto passare un’auto di grossa cilindrata in via Boccaccio e hanno deciso di fermare il conducente per un controllo. Alla guida c’era un 40 enne di origini turche e residente a Milano: il suo comportamento ha insospettito i militari. Il controllo del nominativo nella banca dati ha dimostrato che i militari avevano avuto una giusta intuizione: l’uomo è un pericoloso criminale ricercato dall’ Interpol in tutto il mondo.
Il quarantenne è ritenuto un appartenente di spicco di un’organizzazione criminale che fino al 2013 ha gestito il traffico di stupefacenti tra la Turchia e l’Italia. Contro di lui il tribunale di Ankara aveva spiccato un mandato d’arresto internazionale, per questo motivo da circa sei mesi si era reso latitante, sfuggendo ad un’operazione della polizia turca che avrebbe dovuto assicurarne la cattura. La latitanza è però finita ieri pomeriggio a Busto Arsizio quando i Carabinieri hanno deciso di controllarlo. L’uomo non ha opposto resistenza quando è stato condotto in caserma per ulteriori accertamenti. Dopo le necessarie verifiche sull’identità il narcotrafficante è stato immediatamente arrestato e condotto in carcere. Sarà successivamente estradato verso la Turchia la cui legislazione prevede sanzioni molto severe per il traffico di stupefacenti e dove l’uomo dovrà scontare una pena sino a 22 anni e 6 mesi di reclusione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Maggio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.