Cento auto e moto d’epoca per i 90 anni dell’Autolaghi

Domenica 21 settembre corteo da Milano alla città giardino, per ricordare l'importante anniversario di quella che è considerata la prima autostrada del mondo

Una settantina di meravigliose auto d’epoca che hanno segnato la storia della mobilità in Italia degli ultimi 100 anni ed una trentina di motostoriche ben rappresentative dell’industria lombarda delle due ruote a motore. Tutti insieme, appassionatamente, a sfilare da Milano a Varese per festeggiare i 90 anni della prima autostrada del mondo, progettata ed eseguita da un milanese adottato nel Varesotto, l’ingegner Piero Puricelli.

Domenica 21 settembre 2014 segna una data storica di straordinaria importanza per il territorio lombardo che guarda al mondo: per celebrare questo importante evento i due Club ASI, CMAE di Milano (Club Milanese Auto Moto Veicoli d’Epoca) e il VAMS di Varese (Varese Auto Moto Storiche), hanno organizzato un evento storico-culturale non competitivo. Anche ACI Varese ha contribuito in modo fattivo, ristampando il libro sulla storia della nascita dell’autostrada scritto dal Prof. Francesco Ogliari che verrà donato ai partecipanti. Si tratta di una passerella rievocativa di stupende auto e moto d’epoca, rigorosamente legate a quel periodo storico, tutte anteguerra. Prestigiosi i patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano e di Varese. Rilevante partner dell’evento è la società Autostrade per l’Italia. Collaborano altri Club che operano da anni sul territorio solcato dall’Autostrada Milano – Laghi: si tratta del Club Gallarate Auto Moto Storiche, Veteran Car Club Como, Club Ariel Saronno ed altri sodalizi quali del Club Ruote Storiche Lainatesi e del AR Chiapparini di Legnano.

Domenica 21 settembre un lungo serpentone di “mezzi storici” unirà il Capoluogo regionale alla Città giardino: ritrovo dalle ore 8 nella sede di Regione Lombardia (via Melchiorre Gioia 37 a Milano), visita degli ospiti al 39° piano (il punto più alto della città), concerto del Corpo musicale dei Vigili Urbani di Milano. Alle ore 10 partenza dalla sede della Regione Lombardia; Monumentale, via Procaccini, Corso Sempione, Viale Certosa e riordino in via Luciano, prima di entrare in autostrada A8, scortati dalla Polizia Stradale; verranno fiancheggiate Lainate, Legnano, Busto e Gallarate per poi giungere a Varese alle ore 11.30. Riordino in Piazza Repubblica e passerella dalle ore 12 in Piazza Monte Grappa: qui appassionati e curiosi potranno ammirare i veicoli d’epoca, dialogando con collezionisti e restauratori, alimentando un fenomeno culturale in piena espansione in questi anni, quello del motorismo storico. La consegna degli attestati di partecipazione avverrà al ristorante Tana dell’Orso a Mustonate di Varese.

Cento meravigliose auto e moto storiche – Vetture e moto anteguerra sono state selezionate dai club ASI rappresentando la produzione italiana, francese, americana, tedesca. Si va dalla centenaria Lancia Theta (1914) all’Isotta Fraschini Tipo 8 Torpedo Sport Castagna (1923), dalla T23 Brescia costruita dal milanese Ettore Bugatti (1923) all’americana Hudson Couch Super Six poi Ford A Roadster e Tudor all’inglese Rolls Royce Twenty; alle francesi presenti con Citroen B14, C6, Salmson Rally e Amilcar C4 SS risponderanno le regine del più straordinario made-in-Italy: dalle Alfa Romeo 6C 1500 compressore alle Fiat 514 spider, coupé, torpedo, 508 camioncino e spider e le mitiche Balilla berlina 3 marce e la sportiva Coppa d’Oro. Oltre alla centenaria Theta, Lancia rappresenta un ampio ventaglio di produzione di quel periodo: Lambda berlina e torpedo, Augusta, Aprilia e Artena. Tra le auto anni Trenta osserveremo Jaguar SS100, Fiat 2800 Ministeriale Torpedo con cui sfilarono Presidenti della Repubblica Italiana, Bentley 3.5 Sport Saloon, Riley Nine, Bugatti 57 e la piccola e seducente Topolino, Fiat 500 A.

Tra le moto anni Venti-Trenta, trionfa il ventaglio della produzione lombarda Moto Guzzi: Sport 13, 14 e 15, poi i sidecar, GT500, S500 rigida, GT 17 e Sport 1000. Presenti anche Ariel, Benelli, BSA e Gilera e Norton. Un plauso ai motoclub Bustese, Luino e alle sezioni moto dei club ASI Vcc Como, Cmae e Vams.

Saranno presenti mezzi storici di istituzioni lombarde, dalle autopompe d’epoca dei Vigili del Fuoco ai mezzi dei Carabinieri e Polizia Stradale, corpo speciale della Polizia di Stato. Ammessi rari mezzi di trasporto commerciale degli anni Trenta: furgoni con cassoni in legno, auto corriere che hanno avuto una grande importanza per lo sviluppo economico d’Italia tra le due guerre.

L’obiettivo comune è quello di celebrare insieme la storia, valorizzando a pieno il nostro territorio e i suoi protagonisti (progettisti, esecutori dell’opera, auto e moto divenute testimoni della mobilità e della comunicazione), ponendo in rilievo un’opera di straordinaria importanza strategica ed economica che favorì l’industrializzazione di Milano, Alto Milanese, Varesotto e Comasco ed esaltò Automobile, Motocicletta, Camion e Autocorriere come soggetti principali del trasporto individuale e collettivo su gomma.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.