Oliveira è contento: “Ho visto voglia di vincere”

Il tecnico della Pro accoglie di buon grado il 2-2 contro il Bassano ma lancia anche una frecciata: "In campo tutti dobbiamo correre e stare uniti"

La Pro Patria pareggia 2-2 contro il Bassano andando due volte in vantaggio e venendo raggiunta in entrambe le occasioni. Mister Lulù Oliveira questa volta però accoglie di buon grado il punto guadagnato: «Pensiamo positivo oggi. Abbiamo pareggiato contro una grandissima squadra, prima in classifica meritatamente. Abbiamo fatto bene in attacco mettendo a segno due gol, ma il loro secondo pareggio è arrivato da un fallo loro a centrocampo. Ho visto grande entusiasmo e grande voglia nei miei ragazzi: voglia di vincere la partita e per un pelo non siamo riusciti a portare a casa i tre punti. In settimana preparo la difesa, ma ogni tanto ci manca la concentrazione e dobbiamo svegliarci un po’ di più. Noi giochiamo bene, ma non riusciamo mai a vincere e come settimana scorsa potevamo fare tre punti e ci rammarichiamo. Dobbiamo essere una squadra unita e tutti si devono sacrificare e correre, non camminare in campo. La squadra può giocare bene o male, ma la grinta non deve mai mancare». 
 
Oggi a difendere i pali biancoblu è sceso in campo Simone Perilli, che ha fatto un paio di interventi importanti: «Siamo poco concreti in fase difensiva ma anche sfortunati. Ogni volta che una palla rimbalza nella nostra area finisce che entra. Sul primo gol sono stati bravi loro, sul secondo siamo stati jellati che la palla è rimasta lì. Ho saputo che sarei stato titolare un’ora prima della partita. In settimana mi sono allenato molto bene cercando di farmi vedere dal mister e sono riuscito a convincerlo. Credo sia meglio questa concorrenza per il numero uno, perché ci permette di allenarci sempre al meglio. Io cerco sempre di dare il meglio in campo, mi piace dare una mano ai compagni, forse mi manca un po’ di furbizia. Il gruppo è fantastico e ogni allenamento è sempre divertente e permette di lavorare al meglio».
 
Il tecnico del Bassano Antonino Asta accoglie a sua volta il pareggio di buon grado: «Tutte le partite sono storia a sé e sapevamo della forza offensiva della Pro Patria, conoscendo pregi e difetti della nostra avversaria. Le statistiche dicono che la Pro è forte in attacco, meno in difesa. Noi come  Bassano stiamo facendo qualcosa di incredibile, non è vero che è una squadra costruita per vincere, ma siamo contenti del decimo risultato utile positivo e voglio lodare anche l’atteggiamento dei ragazzi che hanno conquistato un pari importante. Alla fine come prestazione globale credo che il pari sia il risultato più giusto». 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore