La storia dei Longobardi rivive in sette siti

Castelseprio e Torba in provincia di Varese, ma anche i musei archeologici e siti preziosi come Lomello

"I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”. Questo il nome del sito, indicato da Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità, che si pone come obiettivo di ricostruire quello che è stato il percorso longobardo, in Italia. Il monastero di Santa Maria Assunta a Cairate fa parte di questo percorso (qui si può leggere l’articolo sul futuro museo allestito nel monastero)
Il sito Unesco propone un percorso di sette tappe, in sette diverse città ricche di testimonianze storiche, artistiche, architettoniche e culturali longobarde. Le tappe sono distribuite lungo tutta la penisola italiana e sono Cividale del Friuli, Brescia, Castelseprio, Spoleto, Campello sul Clitunno, Benevento e Monte Sant’Angelo.

Galleria fotografica

I siti longobardi in Lombardia 4 di 12

Ma quali sono i principali siti longobardi in Lombardia?
La prima tappa è Brescia. Qui troviamo il complesso monastico di Santa Giulia con la basilica di San Salvatore. Il sito è importante in quanto è la testimonianza dell’appoggio dei Longobardi ai movimenti monastici, oltre ad essere uno dei maggiori esempi di architettura alto medioevale. (clicca qui per maggiori informazioni)

Si passa poi a Castelseprio, con l’area del castrum e il monastero di Torba a Gornate Olona gestito dal FAI, Fondo Ambiente Italiane. L’area nasce come avamposto militare romano, per poi venire trasformata in una stazione commerciale e in seguito in un luogo di preghiera, quando vengono edificate la Basilica di San Giovanni Evangelista, la Chiesa di Santa Maria foris portas (nella foto: gli affreschi) e il Monastero di Torba.

Ci sono poi alcuni musei che espongono dei reperti di età longobarda. Tra questi troviamo il Civico Museo Archeologico di Milano e di Arsago Seprio, il Museo e Tesoro del Duomo di Monza (nella foto: la chiesa), il Complesso basilicale di Santa Maria Maggiore a Lomello (in provincia di Pavia), il Museo della Società Gallaratese per gli Studi Patri di Gallarate, il Complesso culturale Isola Comacina di Ossuccio in provincia di Como e il Parco Archeologico dei Piani di Barra a Monte Barro (Lecco)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Febbraio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I siti longobardi in Lombardia 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.