Solbiate Viva vuole vederci chiaro sulla nuova piazza

“Che piazza vuole l’amministrazione comunale?", le domande del gruppo guidato da Armando de Falco sorgono dopo una serie di incertezze riscontrate nei diversi progetti

solbiate arno nuova piazza

La nuova piazza del paese sarà uno dei luoghi centrali di Solbiate Arno e il gruppo di Solbiate Viva vuole vederci chiaro. “Che piazza vuole l’amministrazione comunale? E in che tempi e con quale modalità?”, le domande del gruppo guidato da Armando de Falco sorgono dopo una serie di incertezze riscontrate nei diversi progetti che si stanno susseguendo per l’intervento: il primo dubbio sollevato riguarda i soldi per la realizzazione dell’intervento.

“Andrebbe chiarito che i soldi ci sono da tempo, esattamente dal Marzo 2014, momento in cui Leroy Merlin ha stipulato la convenzione con il comune di Solbiate Arno a seguito dell’ampliamento del punto vendita – spiega la lista arancione in un comunicato ufficiale -. L’amministrazione ha però deciso di non incassare tale somma perché non sicura di riuscire a spendere tali risorse entro l’anno. Dal momento però che i soldi ora a disposizione non sono sufficienti (circa 500 mila euro a fronte di un impegno di spesa previsto di 800mila per il 2° lotto della piazza) e che non c’è intenzione di reperire ulteriori fondi necessari al completamento del secondo lotto, è chiaro a tutti ormai, che vedremo un piazza monca. Infatti il progetto STRALCIO del 2° lotto presentato in consulta edilizia non è altro che uno stravolgimento totale del progetto originariamente approvato da questa stessa amministrazione”.

De Falco e i suoi credono che le strade percorribili siano sostanzialmente due: “o viene attuato il progetto per il quale sono già stati spesi diversi soldi, appaltando tutte quelle opere che nella logica delle costruzioni sono da realizzare prioritariamente sino alla concorrenza delle somme a disposizione e nel frattempo reperire le risorse necessarie per il completamento oppure, se si intende realizzare la nuova piazza senza spendere in più rispetto a quanto disponibile – i famosi 495.000 euro – è indispensabile dichiarare chiaramente che si è’ cambiato idea, si è fatto qualche errore di valutazione, e si è deciso di procedere ad una revisione progettuale. A questo punto però sarà opportuno sottoporre il nuovo progetto a tutte le approvazioni amministrative del caso. Non si faccia passare il progetto originario, con quanto si vuole veramente fare”.

Durante l’ultimo consiglio comunale Solbiate Viva ha proposta una mozione, chiedendo ai consiglieri di votare a favore del mantenimento del progetto della piazza nella sua forma originale. Il gruppo consiliare di Insieme per Solbiate ha votato contro, e questo secondo De Falco palesa l’intento di cambiare il progetto già approvato e che ha visto sorgere il primo lotto, ormai 3 anni orsono.

Tomaso Bassani
tomaso.bassani@varesenews.it

Mi piace pensare VareseNews contribuisca ad unire i puntini di quello straordinario racconto collettivo che è la vita della nostra comunità. Se vuoi sentirti parte di tutto questo sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Aprile 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.