Appuntamento a Masnago per il “basket seduto” italiano

Sabato 16 e domenica 17 il PalaWhirlpool ospita le finali di Coppa. La Hs Varese organizza ma non si è qualificata: «Resta l'orgoglio per questo evento»

Basket, All star game in carrozzina (inserita in galleria)

Un pizzico di rammarico ma anche l’orgoglio di essere, ancora una volta, una delle capitali italiane del basket in carrozzina. Varese e la sua società – la Handicap Sport, che vanta trent’anni di esperienza – si apprestano a ospitare per la prima volta le Final Four di Coppa Italia di questa specialità grazie alla collaborazione con la federazione e la Pallacanestro Varese.

Il pizzico di rammarico è l’assenza della stessa Cimberio tra le quattro partecipanti: «Siamo fuori per due soli punti, paghiamo a carissimo prezzo la sconfitta di inizio stagione con Giulianova e ci dispiace davvero molto non essere in lizza per vincere la coppa» spiega oggi il presidente biancorosso, Carlo Marinello, durante la presentazione della manifestazione a Palazzo Estense.

«È chiaro che quando abbiamo richiesto l’organizzazione, pensavamo di poterci qualificare (alla Final Four partecipano le prime quattro in classifica dopo il girone di andata di Serie A ndr), ma lo sport è fatto così. Per cui, non giocheremo ma restiamo molto orgogliosi: per il terzo anno consecutivo la Handicap Sport Varese porta sul territorio un grande evento di basket in carrozzina e questo ci rende felici e soddisfatti».

Teatro dell’evento sarà il PalaWhirlpool di Masnago, che due anni fa (foto in alto) ospitò l’All Star Game (nel 2015 invece il raggruppamento di Eurolega 3 si disputò a Malnate), messo a disposizione da Pallacanestro Varese. «La nostra società ha investito molto sulla struttura in accordo con il Comune – ha detto Mario Oioli, affiancato dall’assessore Maria Ida Piazza – e tra le altre cose lo ha reso fruibile anche ad atleti e spettatori disabili. Siamo felici che la nostra “casa” possa ospitare un evento del genere, come ci piace sottolineare che da diversi anni il basket in carrozzina è cresciuto anche grazie al supporto della nostra società».

Infine, la competizione del PalaWhirlpool avrà anche un importante risvolto benefico: assistere alle partite è gratis, ma all’interno dell’impianto sarà effettuata una raccolta fondi ad offerta libera. Il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Giacomo Ascoli (rappresentata alla presentazione da Chiara Terziroli) che utilizzerà i soldi per sostenere le proprie attività inserite nell’ospedale pediatrico di Varese.

SQUADRE E PROGRAMMA – La Final Four vede in lizza i due squadroni del basket seduto tricolore, il Santa Lucia Roma e la Briantea 84 Cantù, e due outsider agguerrite come l’Amicacci Giulianova e il Gsd Porto Torres. Sabato 16 sono in programma le semifinali: alle 17 si gioca Roma-Porto Torres, alle 19 Cantù-Giulianova. Le finali sono previste domenica mattina: alle 9,30 quella di consolazione, a mezzogiorno il match per il titolo. L’ingresso a Masnago è libero.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.