Moretti: “Vinto con merito, ora va inserito al meglio Wright”

Il coach ammette: "Chris ancora lontano dalla condizione migliore: necessario che cresca". Dedas (Gaziantep): "Proveremo a tornare a Varese per lo spareggio"

Foto di Mattia Ozbot

Vincere insegna a vincere? Lo vedremo, intanto Paolo Moretti incassa un referto rosa tutt’altro che scontato e fa i complimenti ai giocatori in campo per una partita piacevole ed emozionante.
«Gara veramente bella, per noi lo è stata di più perché abbiamo vinto – dice il coach in sala stampa – Serata emozionante, dura e sul filo dell’equilibrio ed equilibrati sono stati anche i “pugni” che ci siamo dati; ne è venuta fuori una partita “a eleastico” ma il finale ci ha sorriso dopo due azioni rocambolesche. Prendiamo questo punto che ci siamo meritati e dopo una partita generosa e dispendiosa che dedico a Varanauskas: nelle ultime gare di coppa è stato il nostro piccolo eroe e stasera mi è costato molto tenerlo fuori. Sono contento di avergli regalato questa vittoria, ma questo vale anche per pubblico e società».

Moretti prosegue: «Dobbiamo ancora inserire Wright come si deve: non ha la condizione sufficiente per stare in campo a lungo, dei 23′ in campo ne ha giocati dieci in apnea e noi sappiamo bene quando i dettagli e i millimetri facciano la differenza. Arrivare con il fiato corto è rischioso. Ora ho concesso due giorni di riposo, poi ne avremo tre di allenamenti veri e importanti per inserire Chris e migliorare la condizione di altri».
L’allenatore ribadisce quanto detto domenica: «Dobbiamo pensare di giocare partita per partita, minuto dopo minuto. Per prima cosa riguarderemo questa gara per cercare gli aggiustamenti per provare a chiudere la serie mercoledì prossimo, poi penseremo a Torino dove dobbiamo strappare due punti chiave per il campionato. Ma migliorare la condizione di Wright è la cosa più importante».

Sul fronte opposto coach Stefanos Dedes spiega: «Ci siamo preparati bene, guardando tutte le partite recenti di Varese e sapevamo che non arrivava da un gran periodo di forma. Le nostre scelte così sono state focalizzate su alcune situazioni, anche sul prendere le misure a giocatori della panchina come Ferrero. Le cose sono andate bene nel primo tempo, meno però nella ripresa. La seconda parte molto bella da vedere con tanti cambiamenti nel punteggio».
Poi il rimpianto: «Sia noi sia Varese venivamo da sconfitte all’ultimo secondo, ed è un brutto periodo per entrambi: una delle due doveva perdere anche stasera ed è toccato a noi. Congratulazioni comunque a Varese e grazie per l’ospitalità ricevuta: ora naturalmente vogliamo tornare qui e l’ho già detto ai miei, ma non sarà facile perché mercoledì sarà molto dura».

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.