Pro Patria non basta Santana. Con l’Albinoleffe termina 2-2 tra errori e reclami

I tigrotti vanno due volte sotto tra un rigore dubbio e un contropiede concesso troppo facilmente, recuperano, ma non riescono a vincere

Pro Patria Padova - novembre 2015

Non basta alla Pro Patria la miglior prestazione dell’anno in fase offensiva per battere l’Albinoleffe: il finale è 2-2, con i tigrotti che devono recriminare per errori ingenui, ma anche per una direzione arbitrale che non convince, a partire dal rigore che permette agli ospiti di passare in vantaggio, ma che sembrava essere fuori area, e dai tre gol annullati a Pià, Degeri e Zaro. Non basta la magia di Santana alla fine del primo tempo, un gol di tacco al volo da stropicciarsi gli occhi. Nella ripresa la Pro viene punita dal tanto corteggiato – e fischiato – Pesenti, Zaro prova a riaprire la gara, ma nel finale non arriva la rete da tre punti. Ora per la salvezza si fa difficile, ma l’atteggiamento è da salvare e il gioco anche, con Degeri convincente davanti alla difesa.

FISCHIO D’INIZIO – La Pro Patria non può permettersi di sbagliare quella che è forse l’ultima possibilità di lottare per la salvezza. Mister Pala si affida al 4-3-1-2 con Pisani di nuovo a destra in difesa, a centrocampo Coppola e Capua giocano da interni con Degeri schierato davanti alla difesa, mentre in avanti Santana rifinisce per Pià e Vettraino. L’Albinoleffe scende in campo con un 4-3-3 con l’ex Dalla Bona al centro del centrocampo, mentre il tridente d’attacco vede Girardi punta affiancato da Danti e Soncin. Solo panchina per Pesenti, a lungo cercato dalla Pro nel mercato invernale.

IL PRIMO TEMPO – Parte bene la Pro, che fa girare bene la palla, con Degeri protagonista. Al 12’ Pià mette in rete un tiro-cross di Pisani, ma il segnalinee indica il fuorigioco annullando, mentre al 14’ Amadori si deve superare sulla conclusione dalla distanza di Vettraino, che era diretta all’incrocio dei pali. La grande occasione per la Pro arriva al 27’: Ferri si fa tutto il campo palla al piede, serve Pià in verticale, ma Amadori chiude in uscita bassa e poi si ripete di piede sul tap-in di Vettraino. Al 32’ però l’Albinoleffe passa su un rigore dubbio: Zaro contrasta Danti al limite dell’area, probabilmente fuori, ma l’arbitro indica il dischetto, graziando tra l’altro il difensore dal secondo giallo. Dagli undici metri Soncin batte La Gorga firmando lo 0-1. La Pro però non ci sta, si butta in avanti e trova il pari al 44’ con Santana che sigla con uno splendido tacco al volo su cross da destra di Pisani.

LA RIPRESA – Parte forte la Pro Patria anche nel secondo tempo, ma i tigrotti non sono fortunati, vedendosi annullare due gol per fuorigioco. Prima, al 2’, Degeri da lontano trova l’angolino, ma il segnalinee aveva la bandierina alzata, poi, al 13’, è Zaro a mettere in rete il tap-in su tiro di Capua respinto, ma il difensore era in offside. La Pro spinge senza trovare la via della rete, e l’Albinoleffe prende fiducia portandosi in avanti. Al 27’ La Gorga è decisivo a mettere in angolo una conclusione di Magli da breve distanza, ma al 38’ l’Albino ripassa in avanti con un contropiede chiuso da Pesenti a porta vuota. L’attaccante si becca il giallo e male parole per aver esultato sotto la tribuna dei tifosi della Pro. Zaro però rimette subito in equilibrio la gara con un bel colpo di testa al 39’ con il pallone che tocca il palo prima di entrare in area. Nel finale il forcing tigrotto non porta alla rete della vittoria e al triplice fischio finale la Pro si mette in tasca un punto che serve a poco.

Francesco Mazzoleni
francesco.mazzoleni@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.