Torna “la Rondine”: il concorso letterario che premia le lettere

Il Concorso Letterario “Ti scrivo questa lettera…” organizzato dall’Associazione culturale “La Rondine” di Cadegliano Viconago, entra nel vivo, con l’arrivo di centinaia di lettere

Varie

Il Concorso Letterario “Ti scrivo questa lettera…” organizzato dall’Associazione culturale “La Rondine” di Cadegliano Viconago, entra nel vivo, con l’arrivo di centinaia di lettere (alla fine di dicembre 2015, termine ultimo per la partecipazione, sono pervenute al Concorso 501 missive), che i ragazzi e le ragazze di ogni parte d’Italia e anche dall’estero, hanno inviato alla casella postale dedicata, immaginando di scrivere ad un amico.

Hanno partecipato al Concorso 25 Istituti Scolastici di Lombardia, Veneto, Lazio, Puglia, Sicilia, Svizzera e Serbia.

Il tema del concorso è infatti incentrato sui rapporti affettivi dei giovani scrittori e apre uno spaccato interessante sulle modalità con cui i ragazzi, dai 9 ai 19 anni, vivono i sentimenti e le inquietudini della loro età e su come affrontano gli aspetti positivi e negativi del nostro tempo.

«Alcune di queste lettere sono veramente toccanti – racconta uno dei giurati del Premio – e commuovono. Altre rivelano un talento innato per la scrittura, ma tutte testimoniano quanto i ragazzi di tutte le età siano legati ai propri coetanei ed amici e come sentano il bisogno di comunicare questi sentimenti con le parole di una lettera, che, in qualche modo, li aiuta a vincere il pudore che il rapporto diretto “vis-à-vis” spesso non supera».

La sponsorizzazione della CUMDI di Giuseppe Niesi, vista la grande affluenza di candidati, mette a disposizione numerose categorie di premi, sotto forma di buoni per l’acquisto di libri anche scolastici, di supporti multimediali e perfino di viaggi d’istruzione, e, oltre quelli previsti, riconoscimenti e attestati per meriti particolari di originalità e valore artistico, in modo che nessun aspetto del tema in concorso venga trascurato.

«Un duro lavoro di valutazione aspetta tutta la nostra Giuria e il suo Presidente, Mauro della Porta Raffo – spiega Aleksandra Damnjanovic, coordinatrice e deus ex-machina del Premio – ma la soddisfazione e l’arricchimento che viene dalla lettura ci fanno entrare in contatto più intimo con un mondo giovanile che a volte sottovalutiamo e giudichiamo superficialmente».

Una giuria popolare, composta da alunni di classi elementari, medie e superiori e dagli ospiti della Casa di Riposo, Istituto Cav. Menotti di Cadegliano Viconago, aggiungerà la propria valutazione a quella degli specialisti e concorrerà a stabilire il vincitore o la vincitrice del Premio.

La premiazione di tutte le categorie di età e l’attribuzione dei Premi speciali, previsti per fine aprile-inizio maggio in uno dei teatri di Varese, saranno poi il coronamento di un lavoro che occupa il Comitato del Concorso da una primavera all’altra, seguendo appunto il volo delle rondini.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore