Ubriachi al volante nella rete dei carabinieri

In tre sono stati pizzicati con un tasso alcolemico tra lo 0,8 e l'1,6. Alcuni giovanissimi sono stati segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti

etilometro alcoltest controlli alcol

Anche il weekend appena concluso ha visto i militari dell’Arma impegnati in servizi di prevenzione delle stragi del sabato sera. Grazie a mirati controlli nelle adiacenze di locali pubblici notturni, nel corso delle serate del fine settimana i carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica tra persone.

Si tratta di un 30enne italiano, residente a Solbiate Olona, commerciante; un’impiegata di 28 anni residente a Busto Arsizio, un 24enne operaio, residente a Busto Arsizio. Tutti e tre sono stati trovati alla guida con un tasso alcolemico nel sangue superiore al consentito, con livelli tra lo 0,8 e l’1,6.

Nelle adiacenze degli stessi locali pubblici sono stati trovati diversi soggetti tra i 17 e i 40 anni in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti che vanno dalla cocaina alla marijuana. Tutti sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.