Anna Lorini è la prima donna “bersagliere” di Origgio

È la figlia di un bersagliere defunto e quindi ha diritto alla tessera di bersagliere ordinario che le è stata consegnata l'8 marzo

Anna Lorini

Anna Lorini è la prima donna “bersagliere” della sezione origgese. In occasione della festa della donna, lo scorso 8 marzo presso la sezione ANB origgese “Luigi della Vedova” è stata consegnata la prima tessera di bersagliere ordinario ad Anna Lorini che come prevede lo statuo nazionale ANB essendo figlia di un bersagliere deceduto ha diritto ad essere iscritta come bersagliere ordinario prendendo così il posto del parente defunto.

La tessera le è stata consegnata personalmente dal presidente di sezione Giuseppe Di Giano, supportato per l’occasione dal segretario di sezione Antonello Frizzi che ricopre anche il ruolo di segretario provinciale ANB. Entrambi hanno rivolto ad Anna un ringraziamento particolare per aver accettato di proseguire nella partecipazione alla vita associativa della sezione origgese diventando in questo modo la prima donna bersagliere iscritta all’ ANB origgio dal 1989 anno di fondazione.

Manuel Sgarella
manuel.sgarella@varesenews.it

 

Raccontiamo storie. Lo facciamo con passione, ascoltando le persone e le loro necessità. Cerchiamo sempre un confronto per poter crescere. Per farlo insieme a noi, abbonati a VareseNews. 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.