Rally dei Laghi, l’edizione numero 25 in rampa di lancio

Presentata la gara (11-13 marzo) dell'Asd Laghi. Il patron Sabella: «Grande orgoglio per una lunga storia». Iscrizioni agli sgoccioli, già 84 al via

A una decina di giorni dal via e con le iscrizioni ancora aperte grazie a una proroga, il Rally dei Laghi ha alzato i veli sulla sua 25a edizione, la prima dal 2000 nella quale anche a Varese saranno di scena anche le vetture WRC, quelle per intendersi che partecipano alla classe principale del Campionato del Mondo.

Una novità già annunciata da tempo, resa possibile dall’inserimento del “Laghi” nel nuovo calendario di Coppa Italia, status che ha innalzato ulteriormente sia gli standard della gara sia l’attesa in campo nazionale. Non a caso, e proprio su una WRC, tra gli iscritti c’è anche il bresciano Luca Pedersoli, già candidato a essere il principale pretendente “forestiero” al successo finale, anche se il novero dei favoriti è già piuttosto largo e potrebbe allargarsi anche ad Andrea Crugnola, il top driver varesino che potrebbe essere al via con una vettura a quattro ruote motrici. Rally dei Laghi 2016

Ma prima di parlare di campo partenti e percorso, è doveroso dare spazio al commento di Andrea Sabella, patron dell’Asd Laghi e capo di un’organizzazione che anche quest’anno coinvolgerà centinaia di persone grazie ai tanti accordi con i volontari. «Arrivare a un numero così elevato di edizioni, 25, è motivo di grande orgoglio per il nostro staff, e avere la conferma di partire e arrivare dal capoluogo è una soddisfazione ancora più bella. Siamo stati in altre località e ci siamo sempre trovati bene, ma Varese è la culla di questa gara (e del Rally Aci che l’ha preceduta); inoltre avere a disposizione uno spazio come quello dei Giardini Estensi ci dà lustro e ha pesato sulla scelta della Federazione che ci ha assegnato la Coppa Italia senza neppure che noi l’avessimo richiesta».

Parole al miele per lo staff di Palazzo Estense, presente in forze alla presentazione con il sindaco Fontana accompagnato dagli assessori Santinon e Ghiringhelli e dal consigliere Cosentino, il più attivo nel collaborare alla buona riuscita del rally. «Il “Laghi” è la gara di tutti noi, varesini e varesotti, poggia su un’organizzazione solida e rodata ma anche sull’affetto di tanta gente. E da parte nostra siamo riusciti a evitare di chiudere quartieri o strade cittadine, in modo da non danneggiare residenti e commercianti».

I PILOTI – Tutti a rincorrere Beppe Freguglia: il pilota di Besnate ha vinto il “Laghi” per quattro volte, le ultime tre consecutive, e per riprovarci avrà tra le mani una Citroen Ds3 WRC con la quale è andato a podio in Franciacorta. Altra Citroen ma C4 WRC per il già citato Pedersoli e per il lavenese Pensotti che ha già vinto la gara di casa. Ma attenzione a due giovani locali entrambi molto forti: Simone Miele ha una Fiesta Wrc che conosce a menadito, Andrea Crugnola – se sarà confermata la sua iscrizione – avrà una vettura R5 che potrebbe bastargli. Ma i vari Gianesini, Ballinari e via dicendo sono in agguato, sempre che alla chiusura della starting list non ci sia qualche altra grossa sorpresa (e qualche spiffero in questo senso lo si è già sentito).

Rally dei laghi: le premiazioni
Il podio 2015

Ad oggi sono 84 gli equipaggi già iscritti, numero inferiore ai 100 dello scorso anno che però comprendevano ben 35 equipaggi elvetici, visto che il “Laghi 2015” era valido per il Campionato Svizzero, e potrebbe tornare a battere bandiera rossocrociata l’anno venturo. «I maggiori costi di partecipazione causati dall’ammissione alla Coppa Italia però non hanno allontanato i piloti, anzi, siamo più che soddisfatti dell’adesione» ha concluso Sabella.

LA GARA – Otto in tutto le prove speciali: sabato 12 si comincia con quella spettacolo della Colacem tra Caravate e Gemonio, pochi chilometri ad altissimo tasso di show visto che si corre in un vero e proprio “autodromo naturale”. Sempre sabato c’è il primo “Cuvignone” accorciato, prova regina da ripetersi in versione lunga anche domenica come PS3 e PS6. Domenica gli altri due tratti di gara saranno il Sette Termini (PS 4 e 7) e la Valganna-Alpe Tedesco (PS 5 e 8) per un totale di circa 91 chilometri cronometrati: non tantissimi, ma “montati” in modo da risultare selettivi e impegnativi. Nei prossimi giorni entreremo ancora di più nel dettaglio: anche quest’anno infatti VareseNews è media partner del “Laghi” e fin da inizio settimana metterà a disposizione degli appassionati un lungo liveblog per seguire la gara giorno dopo giorno, minuto dopo minuto.

TUTTI gli articoli dedicati al RALLY DEI LAGHI 2016

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore