Villa Restelli ospita JazzAltro con i Black Beat Movement

Le sonorità tra jazz, soul e hip hop riempiranno il parco di una delle dimore più belle di Olgiate Olona, abitata e gestita dai ragazzi della comunità Efraim. Una serata insolita nella quale si parlerà anche di migranti

black beat movement jazzaltro

Venerdì 1 luglio a Villa Restelli di Via F. Restelli 20 a Olgiate Olona farà tappa JazzAltro con i Black Beat Movement. La splendida cornice del parco della villa ospiterà la band grazie alla collaborazione con la Comunità Efraim che vive nella villa da qualche anno. Ingresso: 8 euro – Studenti e Soci Arci: 5 euro. In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della Villa

Il concerto, previsto per le 21.30 sarà anticipato dall’evento “La via Mediterranea” un percorso tra racconti, informazioni e sapori seguendo i passi delle migrazioni verso una nuova Europa possibile.

Nu soul, r’n’b, broken beats, jazz, hip hop sono gli elementi che questo sestetto milanese ha saputo miscelare sapientemente ritagliandosi una grande notorietà nel corso degli ultimi tempi. La musica della band arriva dritta al corpo e la voce di Naima riesce quasi a creare una connessione mentale tra band e ascoltatore. La band ricerca da sempre un sound personale che si avvicina a produzioni della nuova ondata black, unendo la radice prettamente ritmica della musica afro a mondi armonici, sonori e compositivi più d’avanguardia.
Love Manifesto vuole ricondurre gli ascoltatori al concetto di amore come forza generatrice di tutto: “Attraverso le sue molteplici forme e antitesi, l’amore si pone come unica e vitale forza in grado di creare e di dare senso a ogni cosa”.

Dalle 19.30 nel bosco della Villa, I ragazzi della Comunità Efraim vi condurranno in un percorso ideale seguendo la strada di un migrante africano verso il Mediterraneo e l’Italia. Un percorso tra foto, mappe e racconti di storie vere assaggiando il cibo di queste terre. Ascolterete testimonianze di chi si integra e fa bene ad un Europa che sta cambiando…

Black Beat Movement è un collettivo Future Soul di Milano attivo dal 2012. La band costruisce il suo sound mescolando sonorità nu soul e hip hop con un approccio e un songwriting più alternativo. L’intensa attività live contraddistingue la formazione che ha realizzato all’incirca trecento concerti in tre anni in tutta Italia e non solo aprendo artisti importanti tra cui: Africa Unite, Sud Sound System, Statuto, Paola Turci, Nesli, Clementino, Vallanzaska, Aprés la Classe, The Bluebeaters, Hiatus Kaiyote (AU), Luciano (JAM) and The Coup (USA). Nel 2013 il gruppo pubblica un ep omonimo distribuito da Maninalto! Records e si esibisce per ben due volte allo Sziget Festival di Budapest, come vincitore del concorso italiano. Nel 2014 pubblica il primo full lenght ID-LEAKS e a seguire il singolo AFLAME feat. Bunna, entrambi distribuiti da BM Records. Lo stesso anno è finalista regionale per il concorso di Arezzo Wave 2014. Nel 2015 il Black Beat Movement inizia la scrittura del nuovo lavoro che viene pubblicato a gennaio 2016 intitolato “Love Manifesto”, in collaborazione con La Grande Onda, Maninalto!

Prossimi appuntamenti di JAZZaltro: Vanessa Tagliabue Yorke Quintet (Fagnano Olona – 23 luglio), Sharg Uldusù 4tet (Gorla Minore – 29 luglio), Ettore Martin Octet (Legnano – 31 luglio) e Roberto Gatto Quartet (Olgiate Olona – 30 settembre).

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore