Bagno di folla per il raduno della Unet Yamamay

Oltre mille persone hanno salutato l’ingresso sul taraflex rosa, dello staff tecnico e della rosa italiana della squadra

Raduno Unet Yamamay

Bagno di folla per il primo incontro della Unet Yamamay 2016/2017. Al Palayamamay, oltre mille persone hanno salutato l’ingresso sul taraflex rosa, dello staff tecnico e della rosa italiana della squadra.

Galleria fotografica

Raduno Unet Yamamay 4 di 24

Valentina Diouf, Giulia Pisani, Caterina Cialfi, Beatrice Berti, Federica Stufi, Noemi Signorile, Ilaria Spirito e Serena Moneta, insieme alle giovanissime Beatrice Badini e Beatrice Negretti, (aggregate al roster dal settore giovanile della Futura Volley), sono state subito avvolte dall’abbraccio caloroso dei tifosi biancorossi che hanno potuto fare fotografie e farsi firmare autografi dalle proprie beniamine.

L’evento è iniziato con un minuto di silenzio per le vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia e in seguito il primo a prendere la parola è stato il presidente Giuseppe Pirola che dopo aver salutato i presenti, ha voluto ringraziare il direttore generale Enzo Barbaro per l’ottimo lavoro fatto nell’organizzazione e nella costruzione della nuova rosa. Pirola ha augurato alle ragazze e allo staff tecnico buon lavoro, con l’auspicio di veder tornare la squadra tra le prime a livello nazionale.

Spazio anche per un saluto dell’assessore allo sport Stefano Ferrario e poi le ragazze si sono messe a disposizione di giornalisti, fotografi e soprattutto dei tifosi. E mentre la folla si accalcava sul campo del Palayamamay, è arrivato l’annuncio a sorpresa del capitano e del vice capitano della prossima stagione: Giulia Pisani e Federica Stufi.

Proprio la capitana, sorridente, auspica una stagione di grande riscatto: «Sono molto contenta e vedo una squadra forte in tutti i reparti, anche se mancano ancora alcune pedine importanti. Ci impegneremo molto, per ora è presto per parlare di aspettative; sappiamo che c’è tanto da lavorare e anche che, partita dopo partita e settimana dopo settimana, avremo tutto il tempo per migliorarci sempre. Ora è solo il momento di lavorare con serenità e con tanto impegno».

In campo anche il libero Ilaria Spirito, ancora alle prese con la fisioterapia dopo l’infortunio di questa estate, ma che potrebbe iniziare ad allenarsi con le compagne molto presto: «Sto bene, sto lavorando bene e domenica vado a Roma per l’ultimo step della riabilitazione. Se tutto procede secondo i piani, potrei tornare ad allenarmi con le altre a fine settembre, anche perché non devo saltare e questo mi avvantaggia molto. Potrei tornare a giocare una partita già verso fine ottobre ma non voglio affrettare i tempi e seguirò le indicazioni dello staff medico».

Alla sua seconda stagione consecutiva con la maglia biancorossa, anche Caterina Cialfi: «Personalmente il mio obiettivo è crescere dal punto di vista tecnico e tattico. Ho voglia di fare bene e di guadagnarmi il mio spazio. Quello in Europa sarà un bell’impegno ma ci servirà per imparare molto. Entrare al Palayamamay è sempre fantastico e trovare ancora più gente dello scorso anno è davvero strepitoso».

Sorride anche la neo-farfalla Serena Moneta: «Giocare a Busto è sempre stato il mio sogno e l’altro giorno, quando sono rientrata al Palayamamay, ho rivisto me a 9 anni seduta su quegli spalti a tifare le giocatrici ed è stato emozionante. Con questa maglia voglio crescere e vivere un anno carico di soddisfazioni».

A dirigere le farfalle e a guidarle nel loro percorso di crescita, ancora una volta, coach Marco Mencarelli: «Per questa stagione mi aspetto grande crescita da parte di tutte le mie giocatrici. Lavoreremo per diventare un gruppo solido e questa sarà la nostra marcia in più. Siamo sostenuti da un pubblico meraviglioso che non ci lascia mai soli e che non vogliamo deludere. L’Europa è una bella sfida e noi vogliamo presentarci come una formazione capace di regalare belle sorprese anche fuori dai confini nazionali».

di
Pubblicato il 25 Agosto 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Raduno Unet Yamamay 4 di 24

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.