Varese, è Ciccio Baiano il nuovo allenatore

L'ex vice di Sannino ha vinto il ballottaggio con Jacolino per sostituire Ramella

francesco baiano calcio

Il Varese che oggi pomeriggio – martedì 11 ottobre – ha esonerato Ernestino Ramella ha scelto chi sarà il successore del tecnico pavese alla guida della squadra biancorossa, seconda alle spalle di Chieri e Borgosesia nel girone A di Serie D.

Come anticipato nella serata di martedì 11 ottobre, il presidente Ciavarrella, e il suo staff hanno scelto Francesco “Ciccio” Baiano (foto: Toscanacalcio.net), ottimo ex calciatore in Serie A (Foggia e Fiorentina in particolare) già passato da Varese in qualità di vice di Giuseppe Sannino nel 2010-11, prima stagione dei biancorossi in Serie B.

Baiano, 48 anni, ha superato la concorrenza di uno specialista di categoria come Salvatore Jacolino. Con il passare delle ore infatti il nome dell’ex vice di Sannino ha preso piede tra i dirigenti che progressivamente si sono convinti: in tarda serata di martedì ci sarebbe stato l’incontro risolutore. Baiano ha quasi sempre svolto il ruolo di “secondo” eccezion fatta per la stagione scorsa a Scandicci.

La presentazione del nuovo tecnico è fissata per mercoledì 12 ottobre alle 12.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gigios

    Esonerare Ramella, per prendere Baiano non ha molto senso. E’ stato vice di Sannino ma questo non conta granché. In D come allenatore ha scarsissima esperienza e neanche troppo positiva (eufemismo, visto il secondo anno a Scandicci con un esonero dopo 7 punti in 8 giornate). Francamente cambiare per cambiare è del tutto inutile. Se poi quelli con curriculum non vengono è un altro discorso. Pare ovvio a tutti che se si vuole vincere, tra Iacolino e Baiano non vi sono dubbi su chi scegliere.

Segnala Errore