Le mani di Dio protagoniste nel “Presepe di San Pietro”

L'allestimento artistico nell'antica chiesetta è stato realizzato dallo scultore Matthew Broussard sul tema "Gesù è il dono"

presepe san pietro gemonio 2016

Si è aperto con la cerimonia di inaugurazione, tenutasi nella sera di giovedì 22 dicembre, il periodo di apertura del tradizionale Presepio Artistico che da una trentina d’anni viene allestito nella chiesa di San Pietro a Gemonio.

Un’opera, realizzata dall’associazione Amici del Presepio e dalla locale Pro Loco, che da alcuni anni è creata dallo scultore Matthew Broussard, residente proprio a Gemonio, che propone l’interpretazione di un tema proposto dal parroco don Silvio Bernasconi. Quest’anno il team prescelto è stato “Gesù è il dono”, e al centro della scena ci sono le mani di Dio Padre che sostengono, appunto, il Bambinello appena nato e adagiato sulla stella cometa.

I paesaggi circostanti rappresentano la Cappadocia e sono stati realizzati da un gruppo di lavoro diretto come di consueto da Luigi Basso.
Il “Presepio Artistico” è visitabile tutti i giorni dalle 15 alle 19 e, in giornate festive, anche tra le 9 e le 12. In paese intanto sono stati allestite diverse altre versioni della natività: alcune si trovano al centro dei Rioni mentre anche al Museo Bodini per la prima volta fa capolino un presepe.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 23 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore