Premiati gli “angeli del terremoto”

Riconoscimento per volontari ProCiv e semplici cittadini impegnati nella raccolta e nello smistamento degli aiuti

Antonio Lotito Andrea Cassani Francesca Caruso

Uno scambio degli auguri natalizi davvero speciale quello andato in scena ieri sera in via degli Aceri. La Protezione civile cittadina ha infatti approfittato dell’occasione per consegnare l’attestato di ringraziamento ai 120 volontari e ai cittadini che a vario titolo hanno collaborato alla raccolta, allo stoccaggio e alla consegna degli aiuti destinati alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto.

1«Questa per noi – ha spiegato Pietro Orlandi – è stata una grande opportunità di lavorare a stretto contatto con i gallaratesi». Un lavoro che ha portato all’importante risultato di “fare innamorare” della Prociv più di un cittadino, se è vero come è vero che il numero dei volontari in divisa gialla è oggi arrivato a venti.
Alla presenza del sindaco Andrea Cassani e dell’assessore Francesca Caruso, sono stati snocciolati i numeri di un anno di attività: 29 stati di allerta meteo regionali di codice giallo e arancio; 1.125 ore di servizio di controllo del territorio e di interventi di varia natura; 920 ore per la formazione, ripristino e manutenzione delle attrezzature; 630 ore di servizio delle 1.406 sviluppate per i terremotati in collaborazione con la popolazione; 3.757 chilometri percorsi con i mezzi di servizio, dei quali 2.854 per il servizio terremoto e i restanti 803 per le attività di controllo, monitoraggio e per gli interventi sul territorio.

Il comandante della polizia municipale Antonio Lotito, affiancato dal responsabile della Prociv Roberto Santicchia, ha ricordato la ferma volontà con la quale è stato ricostituito il gruppo comunale della Protezione Civile: «Per noi è un orgoglio», ha detto. «Ringrazio l’amministrazione comunale che ci ha sostenuto e che continuerà a farlo, credendo nell’importanza dell’opera svolta da queste straordinarie persone».

Un’opera che nel concreto si è svolta anche in collaborazione con la polizia locale, nel garantire controllo e sicurezza in occasione di eventi come la Gioebia; la sfilata di carnevale; la contrada del brodo; la mezza maratona; la festa decennale di San Tito a Casorate Sempione; la giornata della sicurezza alla scuola elementare Dante Alighieri.

I principali interventi del gruppo sono invece stati la rimozione degli pneumatici abbandonati in viale Unione Europea; il taglio di alberi dopo i forti temporali; lo svuotamento dei sottopassi allagati; la raccolta di cibo e indumenti da inviare nelle zone terremotate.

Al termine degli interventi e prima del brindisi con vino e panettone (offerti dalla pasticceria Bianchi Torri), i volontari e i cittadini sono stati chiamati uno ad uno per ricevere dalle mani del sindaco Cassani e dell’assessore Caruso l’attestato. Un piccolo segnale di attenzione per il loro grande gesto di altruismo.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore