Il Pd reagisce: “I militanti leghisti non verranno alle primarie”

Il segretario provinciale Samuele Astuti parla di "brutto esempio" di politica, interviene anche il segretario cittadino Paris

samuele astuti pd

Le indicazioni di voto da parte dei leghisti in vista delle primarie Pd?
Sono certo che i militanti del Carroccio si dimostreranno più saggi dei loro dirigenti”.  Samuele Astuti, segretario provinciale del Partito Democratico, commenta l’iniziativa del segretario cittadino della Lega Nord varesina, che in una mail alla sezione del 24 aprile ha consigliato di votare per Orlando
a chi – fra i militanti lumbard – avesse parenti o amici intenzionati a partecipare alle primarie.

“Quanto proposto dalla leadership del Carroccio – sottolinea il segretario provinciale del Pd – è un brutto esempio che gli stessi militanti non seguiranno. Ci prepariamo a una consultazione nella quale saranno i nostri elettori e simpatizzanti a decidere chi assumerà la guida del Partito Democratico, un processo partecipativo in cui il coinvolgimento della base è elemento essenziale. Capisco che per la Lega Nord tutto ciò sia  molto strano, ma da noi funziona così. Noi non decidiamo i vertici di partito nelle segrete stanze, perché il nostro è un partito contendibile: non mi pare che il Carroccio lo sia, e questo perché i suoi dirigenti non lo permettono”.

Anche il segretario cittadino del Pd Luca Paris reagisce con stupore alla notizia della Lega che si autoinvita alle primarie: “L’ invito ai suoi rivolto dal Segretario cittadino della Lega, Piatti, per votare alle primarie nazionali del PD, mi pare uno scivolone politico abbastanza goffo, ed altrettanto senza fondamento mi pare la sua motivazione, cioè quella di voler utilizzare un percorso di partecipazione dei cittadini alla vita politica nazionale, come quello delle primarie del 30 aprile, in chiave di stretta politica cittadina. Voglio cogliere comunque questa occasione per invitare i varesini a recarsi in tanti ai seggi,domenica prossima, per scegliere il Segretario nazionale del PD. Personalmente, pur nel rispetto di tutte le scelte e di tutte le posizioni in campo, ribadisco che il mio sostegno ed il mio voto andranno alla linea riformista ed innovatrice di Matteo Renzi e Maurizio Martina”.

Roberto Rotondo
roberto.rotondo@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.