Passaporto e 13 biglietti falsificati, arrestato a Malpensa

Nel weekend sono stati individuate 5 persone (tre nigeriani, un ghanese ed un cittadino albanese) in possesso di documenti falsi, reato per il quale è previsto l’arresto in flagranza

malpensa apertura polizia polaria

Aspettava un volo in partenza per l’Algeria, ma il suo atteggiamento sospetto ha portato all’intervento della Polaria.

Alla richiesta dei documenti il passeggero ha esibito, per la propria identificazione, un passaporto greco. Dal controllo nelle banche dati delle forze dell’ordine, gli agenti hanno scoperto che il passaporto, esibito dal passeggero, era oggetto di una segnalazione in campo europeo, in base alla quale il documento avrebbe dovuto essere sequestrato, perché denunciato come smarrito o rubato. Gli agenti hanno quindi proceduto a fermare il soggetto individuato al fine di risalire, grazie alle comparazioni fotodattiloscopiche, alla sua reale identità.

Dai riscontri è emerso che l’uomo è un cittadino, in Italia irregolarmente dal 1991, destinatario di un ordine di espulsione ancora pendente e con alle spalle una vita piuttosto travagliata, dedita alla commissione di numerosi reati. Fra i tanti, quello di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti per il quale la Procura di Milano aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere già nel 2016. Gli approfondimenti tecnico-scientifici condotti hanno consentito altresì di scoprire che il passaporto esibito non soltanto era stato rubato nel passato al legittimo proprietario, ma era anche stato falsificato mediante la sostituzione della pagina riportante i dati biografici.

Alla luce degli elementi emersi, A. M. A. di 42 anni, è stato arrestato sia perché colto nella flagranza del reato di possesso di documento valido per l’espatrio falso, sia in esecuzione della citata ordinanza e condotto nel carcere di Busto Arsizio, a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente.

Nel weekend sono stati individuate 5 persone (tre nigeriani, un ghanese ed un cittadino albanese) in possesso di documenti falsi, reato per il quale è previsto l’arresto in flagranza. I passeggeri erano in partenza su diversi voli diretti ad Amburgo, Barcellona, Parigi e Birmingham, in possesso di titoli di viaggio per richiedenti protezione internazionale e permessi di soggiorno italiani falsi o falsificati. In totale sono stati sequestrati ben 13 documenti. Uno dei passeggeri, cittadino ghanese, vistosi scoperto, ha tentato di sottrarsi all’arresto, cercando di scappare dal luogo dove era stato controllato e subito ripreso dalla pattuglia intervenuta.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.