I Giardini letterari chiudono con un brindisi

L'ultimo appuntamento della stagione avrà come ospite lo scrittore Sergio Redaelli che alle 18 e 30 a Villa Toeplitz presenterà "Varese terra di vino" (Pietro Macchione)

vino dei ronchi varesini

Giovedì 21 settembre si chiude con un brindisi la prima edizione dei “Giardini letterari“. L’ultimo appuntamento della stagione avrà come ospite lo scrittore  Sergio Redaelli che alle 18 e 30 a Villa Toeplitz presenterà insieme a Linda Terziroli il libro pubblicato da Pietro Macchione  “Varese terra di vino”. Seguirà una degustazione di vini a cura di Franco Berrini patron della Cascina Piano di Angera.

VARESE SI SCOPRE TERRA DI VINO
La rinascita delle antiche tradizioni vitivinicole e il riconoscimento della Igt Ronchi Varesini, arrivato nel 2005, rilanciano la città prealpina nel vigneto Italia. Nascono nuove cantine, aprono agriturismi che producono vino, i ristoranti studiano gli abbinamenti con i piatti tipici, le piccole golosità agroalimentari si ritagliano una nicchia di mercato, crescono l’impatto sul turismo e la tutela dell’ambiente. Siamo sulla buona strada. Anche se il peso dell’agricoltura è quasi impercettibile, appena duemila occupati sui 377 mila del sistema economico provinciale.

SERGIO REDAELLI
Il fascino della storia e il profumo del vino si sposano felicemente sui colli della nostra bella Italia fra torri, castelli e filari di vite. Sergio Redaelli è sensibile ad entrambi. Autore delle biografie della garibaldina Laura Solera Mantegazza, del papa Pio IV zio di Carlo Borromeo e dei papi di Santa Maria del Monte, dei benefattori Attilio e Teresa Cassoni cui e intitolato il Villaggio Barona a Milano e della dinastia d’imprenditori tessili Borghi di Gallarate, si occupa anche di vini e produzioni agroalimentari da salvare. Ha scritto Quando a Varese c’era il vino e la prima Guida dei prodotti tipici Varesotto da gustare. Ha redatto il dossier sulla storia della vitivinicoltura prealpina inviato al Ministero dell’Agricoltura a Roma nel 2005 per ottenere la Igt Ronchi Varesini e con il figlio Stefano ha firmato la Guida del Sacro Monte di Varese e la Guida della Costa Fiorita del Lago Maggiore. È coautore, con Guido Montaldo, della Storia d’Italia in quaranta Cantine.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore