Quantcast

“Pronti a fare la nostra parte per risolvere i problemi del Crespi”

Gli assessori Maugugliani e Riva chiariscono le posizioni dell'amministrazione comunale nella questione dell'agibilità della sede di piazza Trento e Trieste

Selfie per la pace al Tempio Civico

Sulla vicenda della parziale inagibilità della succursale del liceo Crespi riportiamo le dichiarazioni degli assessori all’Educazione Paola Magugliani e alle Opere Pubbliche Alberto Riva: 

«Il liceo di cui sono stata allieva è cresciuto nel tempo ed è diventato una delle più importanti realtà scolastiche nazionali: deve essere valorizzato e sostenuto nel rispetto dei ruoli e delle competenze delle parti interessate e nel rispetto delle esigenze educative dei giovani del territorio. È da gennaio e non da ieri, ad anno scolastico ormai iniziato, che insieme al sindaco Antonelli e dell’assessore Riva sono in contatto con la Provincia, abbiamo partecipato a numerose riunioni a villa Recalcati per risolvere i problemi, sempre in contatto con la dirigente scolastica, con l’obiettivo primario della sicurezza degli studenti».

Gli assessori fanno notare che la convenzione siglata nel 2013 assegnava in uso alla Provincia la palestra e il primo piano dell’edificio comunale di piazza Trento Trieste e soprattutto che alla Provincia spettavano gli oneri di conduzione e di manutenzione sia ordinaria che straordinaria e quelli di adeguamento normativo.

In seguito, con un’appendice alla convenzione, il Comune ha messo a disposizione ulteriori spazi, cinque aule al piano terra, continuando a fare la sua parte per rispondere alle esigenze della scuola.

Concludono gli assessori: «chiediamo che la Provincia, organo competente alle strutture scolastiche superiori, rispetti la convenzione e riveda le sue scelte strategiche, il Comune è intenzionato a risolvere i problemi determinati dalle inadempienze e dai ritardi di altri, anche se non gli competono, sempre nel rispetto dei protocolli stipulati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore