Ultimi giorni per la casa di riposo: il 10 novembre chiude

Sono stati già trasferiti 41 ospiti in strutture della zona ma anche lontani. Gli ultimi verranno trasferiti entro il 9 novembre

visita marsico alla rsa di agra

Se ne sono andati. “Ricollocati” in altre strutture residenziali della zona.

Non per tutti, però, la nuova cara di riposo è risultata vicino a casa. « Abbiamo cercato in tutte le strutture e i nostri ospiti inviati più lontano sono in lista d’attesa per rientrare vicino alle loro zone» Più di così non poteva fare Fausto Turci, direttore della residenza Albertini Vanda di Agra che dal 10 novembre prossimo chiuderà definitivamente la sua storia iniziata nel 2015.

«È una grossa sconfitta del sociale. A rimetterci sono i più deboli. La cosa più triste è che in tutto questo periodo chi poteva effettivamente fare qualcosa non l’ha fatto. Non ci hanno nemmeno provato».

Le critiche del direttore vanno alle due parti che si sono confrontate senza cambiare di un millimetro la propria posizione: « È mancata la volontà. Ora abbiamo trovato una residenza per 41 ospiti. Me ne manca ancora una quindicina tra cui tre per i quali non riesco a trovare soluzione ma si troverà. Intanto da ieri sono senza lavoro 22 dipendenti e il 9 novembre saranno disoccupati anche gli altri 16. È una storia triste che coinvolte 100 famiglie: la nostra era una struttura che funzionava bene e garantiva un’alta qualità. Ci sono altre strutture che non vantano certo i nostri standard ma continuano a lavorare in accordo con la Regione».

Di sconfitta sociale ha parlato anche il consigliere regionale del PDAlessandro Alfieri : «Con la chiusura della Rsa di Agra si realizza il peggiore degli scenari.A pagare gli errori di una politica arrogante della Lega Nord e di un imprenditore troppo sbrigativo alla fine sono gli anziani, le famiglie e i dipendenti».  

Per la struttura costruita a inizio secolo si mette la parola fine, è la terza volta in 17 anni.

di
Pubblicato il 31 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore