Il Pd attacca Galli: “Da SalviAmo Tradate a SalutiAmo Tradate»

Per il Pd il sindaco ha scelto la carriera romana e lo punzecchia: "L'elezione tradatese serviva solo per arrivare più velocemente a Roma"

dario galli

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Partito Democratico di Tradate in seguito al pronunciamento della Giunta delle Elezioni sull’incompatibilità degli incarichi di sindaco e parlamentare da parte di Dario Galli.

Sembra ormai ufficiale che il Sindaco, Deputato, Sottosegretario Galli dovrà scegliere se continuare a fare il Sindaco della nostra Città o dedicarsi alla carriera romana, è infatti terminata l’istruttoria della Giunta per le elezioni che ha deliberato oggi, 18 settembre. Galli farà la scelta coraggiosa e coerente di rimanere Sindaco di Tradate?
A noi la scelta di Galli sembra scontata, andrà a Roma in barba agli slogan e ai cuori profusi per Tradate che, verosimilmente, a meno di sostituzioni dell’ultimo minuto, sarà governata dal reggente Accordino che si troverà a guidare la decantata squadra nominata da un’altra persona…
Il Sindaco ad orologeria Galli cosa dirà quindi ai cittadini? Come la sezione tradatese della Lega spiegherà a tutti che la Città sarà guidata da un reggente non eletto per fare il Sindaco a causa di scelte dettate dalla personale ambizione e non per colpa della “cupa sinistra” cittadina? Come giustificare la distanza tra il “SalviAMO Tradate” del 2017 e il SalutiAMO Tradate di oggi?
Non sarebbe stato meglio scoprire subito le carte e dire che l’elezione tradatese serviva solo per arrivare velocemente a Roma?
I cittadini devono sapere che il prossimo anno dovranno tornare a votare a causa di questa scelta di Dario Galli…insomma a lui gli oneri ai cittadini gli oneri!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore