I corsari dell’Alto Verbano sbancano Montegranaro

Risultato finale Alto Verbano 6 – Motegranaro 2. Ora la sfida con Treviso tra due settimane a Daverio. Diego Basile: «Cerchiamo di volare bassi, non ci esaltiamo…»

Bocce varie

Montegranaro, pur essendo un piccolo centro della Provincia di Fermo, nelle Marche, è famosa nel campo sportivo, soprattutto per la pallacanestro: possiede due squadre, la Poderosa, che milita nel campionato di A2 e la più celebrata Sutor, che calpestò i parquet della Serie A fra il 2007 e il 2014, ora in Serie C. Ma è anche nota per la sua squadra di bocce, settore raffa, inserita da tempo nel campionato nazionale di Serie A, i cui campi non sono proprio prodighi di risultati positivi per le avversarie. L’Alto Verbano, caricato a mille dalla vittoria netta conseguita contro Perugia nella prima giornata, temeva comunque questa trasferta; i componenti della squadra sono contati, la riserva Giorgio Bramati ammalata, un paio di giocatori titolari alle prese con leggere indisposizioni: non era il modo ideale per affrontare una compagine da non sottovalutare. (foto di repertorio)

Invece i verbanesi sono decisamente corsari, assaltano il naviglio marchigiano con spavalderia, convinti della loro forza, sicuri di potersela giocare con chiunque. L’apertura con il doppio singolare, vede il nostro Christian Andreani contro Domenico Dari, giornata triste la sua, molto triste: l’Andreani attuale, straripante come un fiume ingrossato da piogge torrenziali, non concede scampo, annienta il malcapitato con un perentorio 8-0 e 8-4, portando l’Alto Verbano sul 2-0. La terna di Barilani, Gusmeroli e Signorini poteva essere da meno? Assolutamente no, tanto da essere altrettanto devastante con un perentorio 8-2; il risultato si fissa sul 3-0. A questo punto Montegranaro ha un sussulto d’orgoglio e Cappellacci – giocatore di A1, non dimentichiamolo – si rifà della sconfitta in terna battendo Gasmeroli per 8-2: si va al riposo sul punteggio di 3-1.

Alla ripresa ci sono gli scontri fra le due coppie, con quattro set in palio, quindi con ancora tutto da giocare per il successo finale. Ma con l’Alto Verbano di questa seconda giornata di campionato non si possono coltivare grandi speranze: la coppia Andreani/Signorini vince 8-0 il primo set e, anche se dall’altra parte Barilani/Gusmeroli concedono ad Angrilli/Agostini il secondo punto, non succede nulla d’irreparabile, vince anche il secondo per 8-6, assicurando alla squadra la vittoria, che è completata da una travolgente cavalcata per 8-1 degli indispettiti sconfitti nel primo set. Risultato finale Alto Verbano 6 – Motegranaro 2.

Diego Basile, stavolta in panchina come allenatore, gongola: «Ma non dovevate lottare per non retrocedere?» Ha un’aria maliziosa, socchiude appena gli occhi, forse per lasciare spazio ad un prorompente sorriso che non riesce a contenere: «Viviamo alla giornata, raccogliamo tutto quello che possiamo, cerchiamo di volare bassi, non ci esaltiamo…».

Diego potresti avere come stemma gentilizio l’immagine di una stupenda volpe, non ce la dai ad intendere, l’Alto Verbano è in testa alla classifica con le due corazzate Boville Marino e Monastier Treviso e fra due settimane ci sarà a Daverio l’incontro verità con Treviso. Siamo certi: «Lì si parrà vostra nobilitate».

Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore