Due giorni per imparare la “comunicazione facilitata”

In Biblioteca, l’Associazione “Del Sorriso” ha invitato le formatrici della  Cooperativa Intervento di Mestre per insegnare un metodo di supporto alle persone affette da disabilità

corso comunicazione facilitata

Molte sono le persone con disabilità che hanno difficoltà di comunicazione a causa di assenza o limitazione del linguaggio verbale. Al fine di offrire un supporto per fronteggiare tali situazioni, l’Associazione “Del Sorriso” ha organizzato un corso di informazione e formazione sulla Comunicazione Facilitata presso la Biblioteca di Laveno con il patrocinio del Comune di Laveno Mombello.

La comunicazione facilitata e un metodo che permette ad una persona con difficoltà di comunicazione verbale di esprimersi attraverso un mezzo, fotografie , simboli, tabelle di comunicazione, computer e ausili per la comunicazione. Lo scopo finale di questa strategia iniziale di sostegno fisico è il raggiungimento dell’indipendenza nell’espressione attraverso il codice scritto.

La conduzione del corso è stata affidata alla Dott.ssa Anna Dal Maso e alla Dott.ssa Marta Marotta della Cooperativa Intervento di Mestre, che da quarant’anni opera su tutto il territorio italiano con competenza e professionalità.

Come il primo incontro, tenutosi a luglio, anche la seconda parte del corso, svoltasi venerdí 19 e sabato 20 ottobre, è stata un momento estremamente proficuo per gli educatori, i genitori e i volontari che hanno partecipato.

Venerdi pomeriggio la Dott.ssa Dal Maso ha affrontato l’aspetto teorico del metodo, a partire dall’importanza della comunicazione nelle difficoltà di relazione,
comunicazione e comportamento, passando poi ad inquadrare il concetto di facilitazione.

Nella mattinata di sabato la Dott.ssa Marotta ha illustrato la parte pratica, con simulazioni che hanno coinvolto i presenti, e presentato poi gli strumenti di tale tecnica.

Nel pomeriggio si è svolta una parte esperienziale molto interessante, durante la quale è stata effettuata la videoripresa di alcune educatrici che facilitavano nella scrittura a computer una ragazza dell’Associazione, mentre gli altri partecipanti, in un’altra sala, studiavano e commentavano in diretta quanto accadeva nell’altra stanza.

È stato infine sottolineata la necessità che coloro che utilizzano tale metodo siano adeguatemente formati e costantemente supervisionati in un lavoro di equipe svolto da persone abilitate.

Permettere a ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, di influenzare, mediante la comunicazione, le condizioni della sua vita è il compito di primaria importanza che gli operatori dell’Associazione “Del Sorriso” si impegnano a realizzare attraverso ulteriori esperienze in futuro.

Per informazioni sulle prossime iniziative,  visitare il sito www.delsorriso.com

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore