Emanuela Piantadosi riconfermata nel Comitato contro le mafie

Riconfermata all'unanimità la nomina di componente per la presidente dell'Associazione vittime del dovere

Generico 2018

Con 62 voti favorevoli il Consiglio regionale della Lombardia, ha confermato Emanuela Piantadosi, presidente dell’Associazione vittime del dovere, quale componente del Comitato tecnico-scientifico per la legalità e il contrasto alle mafie.

«Sono onorata per la fiducia che mi è stata rinnovata – ha commentato Emanuela Piantadosi – Molto è già stato intrapreso dal precedente comitato che ha inaugurato un percorso impegnativo ma tanto dovrà essere portato avanti. Sono certa che, con il prezioso contributo dei miei colleghi e con la guida di Nando Dalla Chiesa, sapremo affiancare con determinazione la Commissione antimafia presieduta da Monica Forte, che con entusiasmo ha iniziato il suo incarico particolarmente delicato in una Regione che da sempre è pioniera di nuovi percorsi e nuove strategie di intervento in tutti gli ambiti della vita sociale. E’ ormai acclarato che in Lombardia la criminalità organizzata abbia messo solide radici considerando l’operosità e la ricchezza del territorio, pertanto è necessaria altrettanta capacità di prevenzione, analisi e contrasto».

«La nomina per questo ruolo conferma l’apprezzamento per l’operato svolto dalla nostra Associazione nell’ambito della promozione della cultura della legalità con i nostri progetti interforze, che ogni anno vedono coinvolti migliaia di ragazzi delle scuole su tutto il territorio nazionale, unitamente all’attività a livello istituzionale con partecipazioni, redazione di relazioni indirizzate agli uffici legislativi ministeriali, la partecipazione ad audizioni parlamentari, la stesura di interrogazioni e proposte di legge, l’organizzazione di convegni, eventi e dibattiti relativamente a temi di legalità, di certezza della pena, e di contrasto alla criminalità».

Il Comitato è un organismo consultivo in materia di contrasto e di prevenzione dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso, nonché di promozione della cultura della legalità, a supporto della commissione consiliare speciale Antimafia, nonché degli altri organismi consiliari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore