Ruba un’auto minacciando con una finta pistola. Arrestato 40enne

Nella notte tra venerdì e sabato un uomo si è avvicinato a una Giulietta guidata da un 25enne: lo ha minacciato e l'ha costretto a scendere

carabinieri legnano

Arrestato un 40enne per rapina e lesioni personali. A mettere le manette all’uomo sono stati i carabinieri di Busto Arsizio nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 ottobre. Il malvivente, armato di un oggetto simile ad una pistola, nascosta sotto un giubbino, forse una “scacciacani” oppure un collo di bottiglia, si era avvicinato a piedi ad una Alfa Romeo Giulietta, ferma lungo la strada, guidata da un 25enne di Busto. Sotto la minaccia dell’arma, ha costretto il ragazzo a consegnargli la vettura.

Il 25enne ha tentato di reagire, avviando anche una piccola collocazione con il proprietario. Il 40enne è però riuscito ad avere la meglio e è fuggito a bordo del veicolo, di recentissima immatricolazione. Il ragazzo ha subito chiamato i carabinieri di Busto Arsizio che hanno avvisato le pattuglie di zona e avviato la ricerca dell’auto rubata.

Il 40enne rapinatore è stato bloccato dai carabinieri mentre tentava di allontanarsi dalla zona, mentre tentava di dirigersi verso l’autostrada. È stato quindi arrestato e portato in carcere. Il proprietario dell’auto, invece, si è presentato al pronto soccorso cittadino per lievi ferite riportate. Per lui una “ferita lacero contusa palmo mano dx, abrasioni multiple in riferita aggressione”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore