Spaccio ad Arnate, un arresto

L'uomo aveva in tasca 520 euro in contanti, poi a casa è saltato fuori altro

carabinieri polizia varie

Un 43enne incensurato, S.F., è stato arrestato a Gallarate dopo esser stato sorpreso in flagranza di reato, mentre vendeva hascisc a un cliente (che se l’è data a gambe).

È successo in via Pietro da Gallarate, alle porte del quartiere Arnate: i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, insospettiti da un movimento ambiguo dell’uomo, si sono accostati, lo hanno immediatamente bloccato e perquisito. In tasca aveva 520 euro in contanti (somma considerata provento di spaccio).

È seguita la perquisizione in casa, con ulteriori riscontri: nell’abitazione c’erano due etti di hashish, due bilancini digitali, un coltello a serramanico per tagliare lo stupefacente e delle confezioni di plastica, solitamente utilizzate per confezionare la droga. Per l’arrestato la Procura di Busto Arsizio ha disposto il giudizio direttissimo. Ancora in via di identificazione, invece, il cliente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore