Per il IV Novembre torna a splendere il monumento ai caduti

Domenica mattina la celebrazione del Centenario. Per l'occasione, Alpini e amministrazione hanno sistemato la lapide commemorativa

monumento ai caduti prima seconda guerra mondiale gemonio

In occasione del centenario della fine della Prima guerra mondiale, a Gemonio è stato risistemato il monumento ai caduti posto su una parete esterna della chiesa parrocchiale che si affaccia sulla piazza principale del paese, intitolata proprio alla “Vittoria” della Grande Guerra.

Il monumento – una lapide realizzata nei primi Anni Venti con i nomi dei gemoniesi periti durante il conflitto – ha subìto alcuni lavori di ripristino grazie all’interessamento del locale Gruppo Alpini insieme all’Amministrazione Comunale: in accordo con la Soprintendenza è stata effettuata una pulizia generale, sono stati ripassate le scritte; inoltre le lapidi laterali con i nomi dei caduti della seconda guerra mondiale sono state staccate e riposizionate accanto al monumento stesso, che ora è visibile nel suo impianto originale. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta dei fratelli Ambrosetti di Besozzo, discendenti di quel Giacomo Beltramini che fu tra i fondatori del gruppo alpini di Gemonio.

Le celebrazioni del IV Novembre, con l’inaugurazione del monumento ripristinato, sono in programma domenica mattina: la S. Messa delle 10,30 sarà animata dalla corale di Caravate. Al termine ci saranno il discorso del sindaco Samuel Lucchini, l’intervento del Corpo Musicale Gemoniese, la partecipazione degli alunni delle scuole elementari. La giornata sarà coordinata dal Gruppo Alpini di Gemonio: sfilerà anche il labaro della sezione dei Combattenti e Reduci che è custodito proprio dalle “penne nere” locali.

Gli stessi alpini del capogruppo Doride Sandri, negli anni scorsi, hanno anche promosso il restauro del dipinto della “Madonna dei soldati”, un affresco che si trova sull’abside della navata sinistra della chiesa parrocchiale, tornato a splendere grazie a una raccolta fondi a cui hanno partecipato tanti cittadini.

“La Madonna dei Soldati” torna a splendere grazie a tutto il paese

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore