Variante al Pgt, due mesi per presentare le osservazioni

Sono stati pubblicati giovedì Sintesi, Documento di piano, Piano delle regole e Piano dei servizi del nuovo piano regolatore proposto dall'amministrazione Cassani. "Uno strumento di speranza, rilancio e crescita"

Gallarate vista dall'alto, dal campanile della Basilica (inserita in galleria)

Dopo due anni e mezzo di amministrazione Cassani, arriva a un primo punto concreto la Variante del Pgt, il Piano di Governo del Territorio. La revisione dello strumento – approvato nel 2011 e già modificato in modo significativo dalla giunta Guenzani – era uno dei punti del programma elettorale.

Dopo la serie d’incontri per professionisti e aperti alla città, da giovedì 22 novembre sono pubblicati sul sito del Comune (area tematica Territorio e Urbanistica – Servizio Urbanistica/Espropri) e sul sito SIVAS della Regione Lombardia, il Rapporto ambientale, la Sintesi non tecnica e gli elaborati stralcio della proposta di Documento di piano, Piano delle regole e Piano dei servizi. Un passaggio fondamentale che, scaduti i 60 giorni previsti per legge, porterà il prossimo 23 gennaio alla conferenza di Vas convocata alle 11 in sala consiliare (largo Camussi 5). I documenti saranno illustrati nel corso di diverse sedute della commissione Pianificazioni territoriale, che si riunirà per quattro mercoledì consecutivi in sala consiliare (sempre alle 18) a partire dal 28 novembre. Chiunque potrà presentare suggerimenti e proposte entro il 22 gennaio 2019, rivolgendosi all’ufficio Protocollo.

«Nell’ottica del maggiore ascolto, partecipazione e condivisione possibili – spiega l’assessore all’Urbanistica Alessandro Petrone – e della massima apertura dell’amministrazione nei confronti di idee e suggerimenti che portino in un prossimo futuro alla Gallarate che vogliamo, chiediamo di partecipare attivamente agli appuntamenti programmati. L’invito è rivolto a tutta la città che abbiamo nel cuore e ovviamente anche ai professionisti e a tutte le parti sociali cittadine».

L’esponente della giunta Cassani ritiene il nuovo Pgt «uno strumento di speranza, rilancio e crescita in grado di intercettare la ripresa già in atto sul nostro territorio», contrapponendolo invece agli «strumenti degli anni passati figli di un periodo di crisi e di decrescita».
L’assessore è fermamente convito dell’importanza del coinvolgimento («tutti devono conoscere il progetto»), e in quest’ottica all’inizio dell’anno prossimo si tornerà al Maga per un evento di presentazione della Variante. E a seguire, dopo quello di Libeskind, l’assessorato sta già pensando a un nuovo incontro inserito nella rassegna “Archimade” con un secondo architetto di fama mondiale, dal quale prendere ulteriori spunti «per decidere come disegnare nel migliore dei modi il nostro futuro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore