Dalle strade di Arcumeggia spunta un archibugio

L’arma ritrovata dal team di “Strade pulite” alle prese con la spazzatura lungo i tornanti che portano alla celebre località dipinta

Avarie

«Grazie ai volontari Ermanno Masseroni e Renato Furigo che si sono occupati della pulizia di via Coloder e di 2 tornanti per Arcumeggia a Cuveglio, recuperati parecchi pneumatici».

E fin qui, il lavoro del team “strade pulite” – copyright Damiano Marangoni, il “pulitore della Valganna – è tutto nella norma.

Ma quanto può regalare l’estro degli sporcaccioni che imbrattano le nostre strade, non ha confine: infatti nella giornata di ieri, mercoledì 23 è stato ritrovato anche un antico fucile.
Proprio così: dopo le scatole di happy meal lanciate a bordo strada, le lattine di Italia 90 (ma qualcuno giura anche birre di Spagna 82…) e confezioni vuote di Viagra, anche le armi vengono gettate dal finestrino della macchina.

«Dopo una bella ripulita e una attenta analisi – concludono i volontari – ci sarebbe piaciuto donare fucile al museo degli indiani di Cavona, ma tuttavia abbiamo dovuto consegnarlo al carabinieri che procederanno alla distruzione».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.