Giornata della Memoria, Miglino presenta un ricco calendario di eventi

L'evento clou organizzato dal Comune si terrà domenica 27 gennaio con la conferenza concerto a Villa Gianetti “Musica per non dimenticare”

Giornata della Memoria, Miglino presenta un ricco calendario di eventi

Dopo le polemiche degli ultimi anni l’Amministrazione comunale gioca d’anticipo presentando un ricco programma di eventi ed appuntamenti per la giornata alla Memoria.
La presentazione è stata affidata all’assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino che ha rimarcato come “l’amministrazione ritiene importante parlare di antisemitismo e di razzismo in generale e di ricordare cio che è accaduto, perchè è compito delle istituzioni e di tutti noi comprendere e non sottovalutare, perchè non possiamo rimanere indifferenti”.

L’evento clou organizzato dal Comune si terrà domenica 27 gennaio con la conferenza concerto a Villa Gianetti “Musica per non dimenticare”. “Abbiamo tante testimonianze – spiega Miglino – che in quei luoghi così tragici la musica abbia aiutato a tener viva la dignità delle persone. Insomma la musica è stata un mezzo di salvezza per aggrapparsi alla speranza”.
Nel programma la musica la fa da padrone: domenica 27 gennaio alle 16,30 al cinema Prealpi con l’associazione “Culturalmente/Musicalmente” si esibirà un coro gospel in “Il diritto di essere umani”. Sempre lo stesso giorno ma alle 17,30 “Le stanze della musica” propone uno spettacolo “Oratorio di Auschwitz”. Non manca l’appuntamento con il cineforum dal martedì 22 a giovedì 24 con “Un sacchetto di biglie”.

Grazie interesse per la mostra organizzata dall’Itis Riva di via Carso dal 24 al 29 gennaio. “Auschwitz e la Shoah tra memoria e riflessione” propone scatti e materiale realizzati dagli studenti. A presentarla è stata il portavoce dell’istituto Luca Lazzeri: “Ci saranno una cinquantina di fotografie realizzate in un viaggio didattico a Cracovia e Auschwitz accompagnate da un percorso storico didattico. Per presentarlo abbiamo anche coinvolto le scuole medie”.
Confermata l’attenzione del teatro Pasta per la ricorrenza: “Le richieste dalle scuole sono state talmente tante che si è resa necessaria una replica” ha spiegato Miglino. Nel dettaglio andrà in scena mercoledì 30 gennaio alle 10 “La bugia che salvò il mondo” e il giorno dopo “La banalità del male”.
L’assessore ha concluso ricordando che sabato 26 gennaio in via Ramazzotti ci sarà deposizione della prima pietra d’inciampo saronnese che ricorda il deportato politico saronnese Pietro Bastanzetti.

di
Pubblicato il 15 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.