Banco Bpm, blitz vincente a Berlino: Busto resta seconda

La Sport Management espugna la vasca dello Spandau (8-13) e replica alle vittorie delle inseguitrici Olympiacos e Szolnoki. Poker di reti per Mirarchi. Il presidente Tosi: «Mi hanno fatto emozionare»

cristiano mirarchi pallanuoto banco bpm sport management busto

Prestazione eccellente e vittoria pesantissima in ottica Final Eight per il Banco BPM che ha espugnato con il punteggio di 13-8 la vasca dello Spandau 04 e conquistato tre punti d’oro per consolidare il secondo posto del Gruppo B di Len Champions League, rispondendo alle inseguitrici Olympiacos e Szolnoki, entrambe vincenti.

A Berlino la squadra di coach Baldineti – che aveva tenuto un profilo basso in sede di presentazione – è stata più forte anche della assenza di Bruni, squalificato al pari dello stesso tecnico di origini liguri – in panchina è andato Predrag Zimonjic – e ha piegato in modo netto una delle grandi società della pallanuoto tedesca (33 titoli nazionali) e continentale (ben 4 volte campione europea).

Quattro le reti messe a segno da Cristiano Mirarchi (foto in alto di S. Squarzanti), ben affiancato dai vari Damonte, Di Somma e Valentino, altrettanto importanti nello strappare il successo in una vasca che, in Champions, quest’anno era stata violata una sola volta dalla capolista Dubrovnik. Lo Spandau, tra l’altro, era partito con l’acceleratore a tavoletta, portandosi presto sul 2-0; Di Somma e Mirarchi però hanno presto ricucito lo svantaggio iniziale con il giocatore romano bravo a siglare anche il 3-3 dopo il nuovo vantaggio berlinese. A inizio secondo quarto è toccato a Casasola dare il primo vantaggio a Busto Arsizio, prima di un continuo botta e risposta rotto da Damonte, capace per la prima volta di portare i suoi a +2. Il break è arrivato a ridosso della terza sirena con la rete di Drasovic che ha spianato la strada a un ultimo periodo tutto di marca italiana con Mirarchi e Damonte a chiudere la contesa.

«Era una partita importante e siamo molto soddisfatti – spiega l’MVP di giornata, Mirarchi – Lo Spandau è molto forte e lo abbiamo battuto in una gara equilibrata, con tanti cambi di punteggio in testa alla partita. Siamo stati bravi soprattutto a riprenderci dal 2-0 iniziale».
La Sport Management è stata accompagnata in Germania anche dal presidente Sergio Tosi: «In una situazione difficile i ragazzi hanno giocato una vera partita da Mastini e non posso che far loro i miei complimenti. Mi hanno emozionato tutti: sono riusciti a vincere una partita molto fisica senza perdere mai la calma».

SPANDAU 04 BERLINO – BANCO BPM BUSTO A. 8-13 (3-3, 1-2, 3-5, 1-3)

SM BUSTO A.: Lazovic, Dolce, Damonte 3, Alesiani, Fondelli, Di Somma 2, Drasovic 1, Mirarchi 4, Luongo, Casasola 1, Valentino 2, Nicosia. All. Zimonjic (Baldineti squalificato).
ARBITRI: Putnikovic (Ser) e Birakis (Gre).

RISULTATI (9a giornata): Hannover-Szolnoki 9-13; Spalato-Olympiacos 3-8; Spandau-Busto Arsizio 8-13; Zagabria-Dubrovnik 5-11.
CLASSIFICA Gir. B: Dubrovnik 25; BUSTO A. 19; Olympiakos, Szolnoki 15; Zagabria 8; Spandau 7; Spalato, Hannover 6.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.