La lite in famiglia finisce nel sangue: ferisce a coltellate moglie e figlio adolescente

Per difendere la mamma, colpita al fianco e in altri punti del corpo, è intervenuto il figlio della coppia, rimasto ferito anch'esso ad una mano forse nel tentativo di strappare l'arma al padre, ora in carcere

carabinieri notte

Ha perso il lume della ragione e al culmine di una feroce lite con la moglie l’ha colpita con un coltello, ferendo anche il figlio adolescente che era intervenutoi per difendere la mamma.

E’ successo la notte scorsa a Marchirolo, dove nell’abitazione di una famiglia italiana è scoppiato un diverbio tra i due coniugi – lei 35 anni, lui 42, entrambi incensurati. Come si sia arrivati alle coltellate non è ancora stato chiarito dai Carabinieri, ma davvero poteva finire in tragedia: per difendere la madre, colpita al fianco e in altri punti del corpo, è intervenuto il figlio 15enne della coppia, ed è rimasto ferito anch’esso di striscio ad una mano, forse nel tentativo di strappare l’arma al padre.

Sul posto, insieme ai Carabinieri, è arrivata l’ambulanza che portato mamma e figlio all’Ospedale: la donna è ricoverata con una prognosi di 25 giorni, mentre il ragazzino è stato medicato e dimesso.

Nel pomeriggio l’uomo è stato interrogato dalla pm della procura varesina Anna Zini che ha disposto il fermo per indiziato di delitto con l’accusa di tentato omicidio. Ora il quarantaduenne è in carcere ai Miogni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore