Al Franciscum una serata che parla di migrazione, inclusione e dialogo

L'evento inizierà alle ore 20.45 con la rappresentazione teatrale “Orizzonti in valigia. Storie di bambini migranti” del Teatro del Sole. Seguiranno gli interventi di alcuni studenti

Generico 2018

L’Associazione Genitori Laveno Mombello, l’ONG Cast, il gruppo locale di Varese di Intercultura e i ragazzi del Liceo economico-sociale Sereni di Laveno, venerdì 29 marzo organizzano a Laveno Mombello una serata per parlare di migrazione, inclusione e dialogo. L’obiettivo non è denunciare un fenomeno che è già evidentemente grave e drammatico, ma imparare dalle storie e dai pensieri di chi le ha vissute, quanto siano essenziali l’ascolto, la comprensione e i valori, per quanto diversi, nelle vite di tutte le persone.

Presso il Teatro Franciscum di Mombello in via Redaelli 13, alle ore 20:45 il Teatro del Sole presenterà lo spettacolo “Orizzonti in valigia-storie di bambini migranti”, regia di Massimo Navone, con Antonio Rota e Donata Forlenza. Caterina e Biagio, i due personaggi protagonisti, educatori di un centro d’accoglienza, ci raccontano storie frutto della loro esperienza quotidiana che si incrociano nello spettacolo come i destini dei loro piccoli protagonisti che lottano ogni giorno per ricongiungersi con i propri cari, per comprendere la nuova realtà che li circonda, per non perdere la loro fragile identità cancellando i ricordi delle proprie radici.

Al termine dello spettacolo, gli alunni delle classi seconda e terza del Liceo Economico Sociale di Laveno esporranno i risultati della loro ricerca sull’inclusione sociale realizzata con l’obiettivo di scoprire quanto la società varesina sia aperta nei confronti di persone provenienti da altri paesi.

La serata si concluderà con la proiezione del video realizzato dai ragazzi stranieri del centro locale di Intercultura AFS Varese, ragazzi provenienti da diversi paesi del mondo e ospitati da famiglie varesine, che stanno realizzando un anno di studi in un liceo italiano per conoscere la nostra cultura. Il video, interamente ideato e realizzato dai ragazzi, consentirà di riflettere su come una parola, un sorriso, o il saper andare al di là degli stereotipi possano favorire l’inclusione sociale.

La ricerca e il video sono stati realizzati con l’appoggio del CAST nell’ambito del progetto “Come l’okapi – percorsi formativi per favorire il dialogo e superare l’omologazione”, che grazie al finanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo sta lavorando in diverse scuole della provincia di Varese stimolando la riflessione sul valore della diversità e dell’accoglienza.

Il costo dello spettacolo teatrale sarà di 8€, ridotto 4€ (studenti e soci CAST e AGLM). Per informazioni e prenotazioni: genitori.lavenomombello@gmail.com

Si chiude così il ciclo di eventi previsti dal progetto “Attiva-mente dell’Associazione Genitori Laveno Mombello, cofinanziato dalla Fondazione del Varesotto Onlus, con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni delle scuole di Laveno Mombello e le loro famiglie sui temi della legalità, della solidarietà, del rispetto dell’ambiente e delle culture altre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore