Benecchi: «Ridaremo il pass alla giornalista»

Sul sito del club, né sui social ufficiali, è ancora apparsa una riga di scuse. L'unico rappresentante della società dice: «Non sono stato io a dare l'ordine di togliere l'accredito alla giornalista»

claudio benecchi varese calcio

A ventiquattro circa ore dal brutto episodio avvenuto allo stadio “Chinetti” di Solbiate Arno, la società Calcio Varese non ha ancora scritto una riga di scuse verso la giornalista Elisa Cascioli. Non una riga sul sito ufficiale, non una sui social societari. Come se nulla fosse accaduto. Solo le parole pubblicate ieri da Nando Vescusio – e riportate in calce al nostro articolo – sul proprio profilo privato di Facebook.

Il presidente del club biancorosso Claudio Benecchi però spiega: «Ieri sono arrivato allo stadio dopo l’accaduto e non ho potuto fare niente a riguardo. Da parte mia c’é la volontà di restituire il pass alla giornalista, cosa che farò personalmente nella giornata di oggi. La situazione societaria crea molte tensioni, credo si potesse gestire la questione con modalità differenti. Non sono stato io a dare l’ordine di togliere l’accredito alla giornalista».

Le parole dell’unico rappresentare della proprietà, oltre a sbugiardare quindi le azioni di censura messe in atto ieri, stridono con il comunicato pubblicato nel primo pomeriggio di lunedì 25 marzo e successivamente rimosso sia dal sito, sia dalla pagina facebook, riguardante gli incassi della domenica. Non solo nella nota non compariva mai la parola “scusa” – o sue declinazioni -, al contrario il titolo scelto era: “Non per elemosina, ma per dignità biancorossa”. Ovvio il riferimento al post della giornalista, fonte di tutta la questione, con la parola “elemosina”. Insomma, la toppa non arriva e il buco continua ad allargarsi.

Il Calcio Varese ha perso un’altra occasione per fare le cose nel modo giusto, perdendo ulteriore credibilità.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 25 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore