Terra Arte e Radici 2019 rende protagonisti i giovani

Con due concorsi dedicati alle diverse fasce d'età, ma anche con tante altre iniziative. Ricco come sempre il programma, che coinvolge i Comuni della Valdarno e dell'area del Sempione intorno a Gallarate

Generico 2018

Torna Terra, Arte e Radici, con un’edizione ricca come sempre di spunti e iniziative, monumenti e siti aperti per l’occasion e. E con un tema-guida: i giovani, le loro speranze e la loro visione. “Un paese per giovani, il futuro visto dai ragazzi”

«
Il tema scelto quest’anno amplifica l’attenzione che abbiamo sempre avuto al mondo dei più giovani, fin dalla prima edizione» spiega Daniela Aliverti, dell’associazione Aleph, promotrice del festival che riunisce dieci Comuni della Valdarno e dintorni.

Il tema dei giovani e della loro visione sul mondo caratterizza diverse iniziative nel programma e anche due concorsi, per due età diverse. «Dare la possibilità ai ragazzi di esprimere cosa pensano del futuro ci è sembrata un’occasione di apprendimento anche per gli adulti» continua Aliverti. Le forme espressive sono diverse – appunto – a seconda dell’età: un concorso è rivolto ai bambini e ai ragazzi, «a cui abbiamo chiesto di elaborare un prodotto grafico, una loro idea di un futuro sostenibile, sulle problematiche del loro tempo». Nello specifico, «i ragazzi creano manifesti e slogan dedicati, usando anche materiali non convenzionali» spiega Lorena Giuranna, responsabile del Dipartimento Educativo del museo Maga, partner per l’iniziativa, che vedrà la sua conclusione con la premiazione al 25 maggio.

Il secondo concorso è invece quello rivolto ai ragazzi e alle ragazze dai 16 ai 30 anni: «Abbiamo chiesto la produzione di un video, proponendo di raccontare un progetto o un’idea di futuro». Ad aprire il concorso ci sarà la proiezione (a Besnate, 10 aprile) del film DigitaLife, che racconta la trasformazione del mondo con il digitale e Internet. Il concorso prevede la scadenza al 30 aprile e la successiva premiazione al 12 maggio al castello di Jerago con Orago.

Ricchissimo è il programma dell’iniziativa sul territorio, con il contributo dei singoli Comuni che hanno valorizzato in particolare un tema o una modalità, dal teatro ai laboratori artistici, dalle visite guidate alle escursioni in bicicletta.

Cardano al Campo – Comune capofila – mette al centro «ambiente, giovani, digitale, tre temi fortemente attuali», spiega l’assessore Andrea Franzioni, valorizzando soprattutto il ruolo dei giovani. Tra le proposte, il teatro e la bicicletta come strumenti di memoria.
Nel programma di Besnate «cinema ed Europa sono legati alla visione al futuro, mentre il teatro lavora sul legame con il passato, con l’iniziativa del Teatro nei Cortili» dice l’assessore Giuseppe Blumetti (a proposito di memoria: è prevista anche l’apertura del Museo Contadino). A Gallarate nel programma si punta ai legami internazionali associati alla valorizzazione del locale, «con le visite guidate alla Basilica e alla chiesa di Sciarè – esemplifica l’assessore Isabella Peroni – e ai luoghi della città industriale», con i ragazzi e ragazze dell’istituto Gadda-Rosselli.
Sempre a Gallarate da sottolineare il ruolo dei Licei di viale dei Tigli: «Si raccoglie il testimone dalla Settimana della Scienza appena conclusa» spiega la vicepreside Silvana La Face. La risposta dei ragazzi, coordinati dal docente Giovanni Frumusa, è stata entusiasta: «Il territorio diventa così immenso laboratorio didattico». I Licei accoglieranno anche il TedEdClub al 4 maggio.

Un forte legame con il passato, tra laboratori e mostre frutto di rigorosa ricerca, caratterizza la proposta di Arsago Seprio, paese di antiche radici, come ricorda l’assessore Martino Rosso. Tra le iniziative associate, ad anticipare l’inizio di Terra Arte e Radici, c’è anche la ricca mostra di paramenti liturgici “Di seta e di oro”, che aprirà sabato 30 marzo.
A Somma Lombardo focus particolare sulla «inclusività» come ha sottolineato l’assessore Raffaella Norcini, richiamando l’iniziativa di apertura con Anfass. L’associazione Pro Coarezza proporrà anche un ulteriore contest, con una sezione per giovanisimi del premio Tutti Scrittori.

Cavaria con Premezzo farà confluire nel programma di TAR varie iniziative. L’assessore Daniela Rabolli sottolinea in particolare l’edizione del Premio Mimì dedicato a Mia Martini, che riposa al camposanto di Cavaria. «Il nostro intento quest’anno è aprirlo anche ai bambini e ai più giovani: il 12 maggio ci sarà la premiazione anche della sezione under 18, mentre il venerdì 17 proporremo un concerto con brani di Mia Martini», con una scelta che va a sfidare la superstizione che tanto peso ebbe nell’ultima parte della vita di Mimì.

Cassano Magnago valorizzerà diversi aspetti, tra cui la partecipazione giovanile «con un video per i dieci anni del Consiglio Comunale dei Ragazzi, con interviste agli ex sindaci dei ragazzi» spiega la funzionaria Doriana Mantegazza, intervenuta per il sindaco Nicola Poliseno. New entry è infine Albizzate, con diverse iniziative, tra cui – anticipa l’assessore Brusa – la Giornata del verde, un evento di prevenzione del tumore al seno rivolta alle giovanissime.

Cliccando qui potete scaricare il programma completo di Terra Arte e Radici 2019

Ognuno dei Comuni aderenti ha previsto anche una giornata di inaugurazione:
Albizzate 7 Aprile Piazzale Sefro – Piazza San Marco
Arsago Seprio 12 Maggio Civico Museo Archeologico, Largo Arnolfo II
Besnate 12 Maggio Casa delle Culture, via Milyus
Cardano al Campo 12 Maggio Piazza Mazzini
Casorate Sempione 12 Maggio Piazza Mazzini
Cassano Magnago 19 Maggio Villa Oliva e Ex Chiesa San Giulio
Cavaria con Premezzo 14 Aprile Stazione ferroviaria, viale Curioni
Gallarate 26 Maggio Museo degli Studi Patri-MA*GA
Jerago con Orago 12 Maggio Castello Visconteo
Somma Lombardo 7 Aprile Sala Polivalente

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore