Luca Galanti presidente del Distretto urbano del commercio

Succede a Luca Amadio che lunedì sera si è congedato a meno di un anno dall’incarico affidatogli dal sindaco Alessandro Fagioli

Generico 2018

Luca Galanti è il nuovo presidente del Distretto urbano del commercio.

Succede a Luca Amadio che lunedì sera si è congedato a meno di un anno dall’incarico affidatogli dal sindaco Alessandro Fagioli.

Galanti, commerciante, titolare della gioielleria di via San Cristoforo aperta nel 1992, è stato indicato come membro del consiglio ed eletto alla guida del distretto da Ascom. Una novità assoluta nel panorama provinciale, prevista dal nuovo statuto, approvato nel corso della seduta di aprile. Una piccola grande rivoluzione, che segna una svolta importante: il presidente del Duc non è più espressione dell’amministrazione comunale, che resta con un suo delegato, Adelmo Cao, all’interno del consiglio direttivo, ma dell’Associazione commercianti.

«Confidiamo in lui e siamo sicuri di avere scelto la persona giusta», queste le parole del presidente di Ascom Bruno Guffanti, pronto a mettersi in gioco in prima persona a sostegno del nuovo corso del Duc. Insieme a Luca Galanti, e ad Adelmo Cao, completa il consiglio direttivo Roberta Roscini, eletta lunedì sera dall’assemblea dei soci, alla quale hanno partecipato anche il sindaco Fagioli e l’assessore al Commercio Paolo Strano.

Il passaggio di testimone
Amadio si è congedato stilando un bilancio del lavoro svolto sotto la sua presidenza: «L’attenzione alle attività commerciali di Saronno è stata massima. Abbiamo portato avanti un percorso fatto di trasparenza e condivisione, finalizzato a trovare soluzioni in grado di riconsegnare alla nostra città il dinamismo degli anni passati. Abbiamo creato un volano di positività, che si riassume alla perfezione dello slogan “Io amo Saronno”, lanciato la scorsa estate».

Il testimone passa ora a Galanti, consapevole del doppio ruolo di guida del Duc e di associato del Distretto: «La mia parola chiave sarà “rete”, ovvero l’essere uniti per portare a realizzazione un buon progetto che avrà come scopo unico il definitivo rilancio della città e dei suoi esercizi. Sul carro non si sale, si spinge: abbiamo bisogno di tutti i consigli e di riferimenti in ogni via».

Il programma
Il neo presidente punta alla predisposizione di un programma delle attività e degli eventi marchiati Duc che copra i dodici mesi dell’anno. Il punto di partenza saranno gli appuntamenti estivi, che raggiungeranno il clou con la “Notte bianca” (in calendario il 22 giugno), con la “Festa di fine state” con la cena in piazza e con i “Giovedì sera” di apertura dei negozi abbinata a una serie di intrattenimenti a tema. Spazio perciò alla musica (con esibizioni dal vivo nelle tre piazze principali, spettacoli delle scuole di ballo e degli artisti di strada; ai motori (con esposizione di auto e moto); al fitness (tra le novità, una gara di braccio di ferro); ai comics and games; all’Amaretto di Saronno (con il coinvolgimento dei bar chiamati ad inventare un cocktail a base di Amaretto che sarà giudicato dai clienti attraverso i social).

Tra le intenzioni del nuovo presidente, anche l’implementazione dell’utilizzo della pagina Facebook e la realizzazione di un portale dedicato ai clienti, all’interno del quale saranno inserite tutte le attività organizzate nel centro storico e nelle diverse zone di Saranno, ma anche gli appuntamenti nei Comuni del circondario.

Infine, il logo “Punto shop”, il nuovo marchio che accompagnerà le iniziative del Duc e che comparirà anche sulle borse dello shopping che saranno distribuite ai negozianti.

«La strada è tracciata»
L’ultima a parola al presidente di Ascom Guffanti: «La strada del nuovo corso del Distretto urbano del commercio è tracciata, ora dovremo essere baravi a percorrerla tutti assieme. Sono convinto che i risultati arriveranno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore