Uva, fissata l’udienza in Cassazione

il prossimo 8 luglio l'udienza a carico di sei poliziotti e due carabinieri per la morte del quarantenne varesino, avvenuta nel 2008

giuseppe uva apertura

Si terrà il prossimo 8 luglio l’udienza in Corte di Cassazione a carico di sei poliziotti e due carabinieri per la morte di Giuseppe Uva, deceduto in ospedale a Varese nel giugno del 2008, dopo essere transitato in caserma a seguito di un controllo.

Uva arrivò in caserma quella notte assieme all’amico Alberto Biggiogero dopo essere stato fermato in via dandolo a Varese per aver spostato alcune transenne.

Gli imputati, accusati di omicidio preterintenzionale e sequestro di persona, sono stati assolti sia in primo grado che in Appello, con formula piena. Il ricorso era stato depositato lo scorso ottobre dalle parti civili.

L’avvocato Piero Porciani, uno dei difensori degli appartenenti alle forze dell’ordine imputati si augura che la suprema Corte confermi le sentenze di primo e secondo grado. «In questo modo sarà possibile tornare a vivere per gli imputati, che hanno fatto solo il loro dovere, dopo oltre 10 anni di incubo».

CASO UVA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore