Da Busto allo stadio di Parigi per suonare con la Rockin’1000

Vengono da ogni parte del mondo, i musicisti che suoneranno al Rockin’1000 di Parig davanti a 50 mila persone. Ci sarà anche il borsanese Emanuele Morgante

emanuele morgante rockin 1000

Il prossimo 29 giugno, allo Stade de France di Parigi, si terrà la quinta edizione di Rockin’1000, un evento che è nato a partire da una pazzia del geologo Fabio Zaffagnini, appassionato del gruppo musicale Foo Fighters, che nel 2015, al parco ippodromo di Cesena, ha radunato 1000 musicisti per suonare una canzone della band per convincerli a esibirsi nella sua città. Il video dell’esibizione è finito su youtube raggiungendo il gruppo che ha recepito il messaggio e, con un video di risposta, ha accettato l’invito a Cesena.

Dal successo di questa prima call ai Foo Fighters, è nata una band stabile che, ogni anno, propone un mega concerto con 1000 musicisti, che accedono all’evento tramite video casting, in seguito alla valutazione di maestri.
Emanuele Morgante, musicista borsanese, ha già suonato con la gigantesca band due anni fa, in Val Veny (Valle d’Aosta), poi allo stadio Franchi di Firenze, lo scorso anno, davanti a quasi 20.000 persone e tra pochi giorni (sabato 29 giugno), con la sua chitarra, sarà presente anche allo Stade de France di Parigi davanti a 55.000 persone.

La band è composta da 1000 musicisti che provengono da ogni parte del mondo, ma lui sarà l’unico che proviene da Borsano e verosimilmente l’unico bustocco.

«Sicuramente è un evento pazzesco. Trovarsi a suonare con 1000 musicisti da tutto il mondo e in uno stadio di quelle dimensioni, specialmente per qualcuno che è abituato a suonare nei pub e per hobby, è qualcosa di grandioso. – ammette Emanuele – Fondamentale ed impegnativa è la preparazione, perché avviene autonomamente e si verifica e perfeziona il tutto, con gli altri 999 musicisti, solo nei tre giorni di prove precedenti al concerto, ma ne vale la pena».

di
Pubblicato il 25 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore