La Cina è vicina e Malpensa chiede più voli

Giorni importanti per le relazioni tra Italia e Cina. Mentre il Presidente Conte ribadisce l'impegno a far crescere le relazioni tra i due Paesi, la techmission con industriali e manager lombardi ha toccato con mano le grandi opportunità che esistono con la crescita asiatica

Techmission Cina

La domanda di collegamenti per la Cina aumenta ogni giorno, ma Malpensa ha ancora troppi pochi voli diretti verso quel paese. Malgrado il peso economico della Lombardia, lo scalo milanese può contare solo su 16 dei 49 collegamenti settimanali.

È la stessa SEA a far presente che si potrebbe potenziare di 3-4 voli giornalieri il traffico verso il paese asiatico. Riflessioni che sono emerse anche dalla relazione che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha tenuto nei giorni scorsi nell’assemblea di Fondazione Italia Cina presieduta da Alberto Bombassei.

“Allo stato attuale la Cina e il nostro settimo partner commerciale e rappresenta il nono mercato di destinazione delle nostre esportazioni. Nel 2018 l’interscambio ha segnato una cifra significativa, 44 miliardi di euro, con un incremento di circa il 5 per cento. Nello stesso anno, le nuove aziende italiane registrate in Cina sono state 239 con un aumento del 28 per cento rispetto all’anno precedente. Gli investimenti diretti cinesi in Italia ammontano a 1,3 miliardi in euro a fronte dei 9,6 miliardi investiti dall’Italia in Cina. Sono risultati incoraggianti ma non possono essere certo considerati sufficienti. I mesi a venire saranno cruciali per verificare che concreti progressi nelle relazioni con Pechino siano coerenti con le nostre ambizioni. Il lavoro che stanno portando avanti a livello di Governo per affiancare con sempre maggior forza determinazione i nostri imprenditori nelle loro iniziative di posizione internazionale è un modo molto tangibile per tradurre in realtà la nostra visione della Cina quale ineludibile partner economico e commerciale nel contesto globale. Confido dunque in una presenza italiana sempre più significativa sul mercato cinese e al contempo siamo anche disponibili e interessati ad accogliere i ipotesi di collaborazione con imprese cinesi in Italia”.

Temi ben studiati e conosciuti dal mondo delle imprese del nostro territorio da cui settimana scorsa è partita una missione che ha permesso di incontrare numerosi soggetti ed entrare in diverse aziende.

“Dalla TechMission in Cina – commentano dall’Unione degli Industriali, che ha organizzato la missione insieme con Confindustria Lombardia e Digital Innovation Hub – sono emersi moltissimi spunti su cui riflettere, a partire dalla grande attenzione per l’innovazione, che coinvolge tutto il Paese, sia le grandi realtà industriali, sia quelle più piccole. La visione unitaria che il sistema cinese dimostra di avere incoraggia la rivoluzione digitale; i cambiamenti sono quotidiani così come le opportunità per le imprese. La Cina è ovviamente anche un nostro competitor, ma la nostra industria possiede tutte gli elementi necessari per migliorare i propri risultati”.

GLI ARTICOLI SULLA MISSIONE

Riflessioni che aprono la questione dei collegamenti così aveva sempre trattato anche il Premier nella sua relazione.

“Confidiamo che in parallelo con la costruzione delle infrastrutture fisiche vengano anche ridotte le barriere commerciali e più in generale venga migliorato l’ambiente in cui le nostre aziende si ritrovano a operare. Vorrei poi aggiungere che la connettività non può essere intesa in termini, come alcuni invece accedono a fare, in termini esclusivamente fisici e commerciali. È una prospettiva che garantisce un qualche successo ma non assicura l’ambizione a cui miriamo”.

Parlare di connessioni riapre quindi la questione dei voli verso la Cina.

“Abbiamo toccato con mano quanto sia importante avere collegamenti diretti – ha commentato Vittorio Gandini, direttore degli Industriali varesini – Aumentare i voli è una priorità dimostrata dal potenziale reale che oggi esiste. Le nostre imprese hanno grandi opportunità e la grande crescita della Cina richiede attenzione perché se ne possano cogliere opportunità di crescita anche per il nostro territorio. Da qui il bisogno di incrementare le connessioni dal nostro scalo di Malpensa”.

IL VIDEO SULLA MISSIONE IN CINA

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore