Masterplan area stazioni, dopo l’incontro per il sociale ora tocca ai privati

A fine giugno i progettisti consegneranno una prima versione del piano. Oggi pomeriggio l'incontro con alcuni imprenditori che operano nell'area interessata

nuove stazioni varese

Un primo incontro con i proprietari delle aziende private che sorgono nella zona delle stazioni; un’ora e mezza per spiegare cosa sarà il Masterplan, il piano che prevede il recupero delle aree un tempo a prevalente vocazione industriale e oggi in gran parte abbandonate, ma anche per raccogliere suggerimenti su quali sono, secondo chi lo vive, le reali necessità del comparto. Oggi pomeriggio l’assessore all’Urbanistica Andrea Civati, i tecnici del Comune di Varese e i progettisti del Masterplan hanno visitato una realtà produttiva dell’area, la cui azienda di punta nel settore alimentare opera dal 1911 in via Bainsizza.

“Parliamo di una realtà storica della città – afferma l’assessore Civati – che produce una senape pregiatissima venduta in tutta Italia. Il nostro obiettivo è collocare nell’area del Masterplan un polo dell’innovazione, capace di sviluppare un nuovo modo di fare impresa, innovativo e d’eccellenza. Grazie alla nuova ferrovia e al Progetto Stazioni Varese sarà al centro di un territorio che va da Malpensa a Lugano, dal Lago Maggiore alla Svizzera. Ci sono tutte le condizioni per sviluppare le capacità di impresa e il Masterplan sarà uno strumento innovativo per raggiungere questi obbiettivi che guardano al futuro”.

A fine giugno i progettisti consegneranno all’amministrazione una prima versione del piano. L’area interessata si estenderà dalle stazioni a viale Belforte; una zona che diventerà un nuovo centro cittadino fatto di servizi, di più verde, di migliore qualità della vita e di mobilità sostenibile. Per attrarre investimenti e generare nuove opportunità economiche per la città.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore